fbpx
GiudiziariaNews

Omicidio Loris, chiesti 30 anni per Veronica Panarello

Trent’anni, tanto la pena richiesta dalla Procura di Ragusa per Veronica Panarello, madre del piccolo Loris, ucciso due anni fa.

È il giorno della requisitoria del processo contro Veronica Panarello, che si celebra, a porte chiuse, col rito abbreviato davanti al Gup Andrea Reale. Durante tutta l’udienza, il procuratore Carmelo Petralia e il sostituto Marco Rota hanno ricostruito la personalità dell’imputata e il suo vissuto personale. Una personalità “bugiarda e manipolatrice” a causa di un “protagonismo esagerato”.

E se il movente, la relazione scoperta con il suocero, potrebbe essere plausibile, non è abbastanza credibile per i PM che, fino ad ora, non hanno trovato alcuna prova contro Andrea Stival.

Mercoledi toccherà ai legali di parte civile, Daniele Scrofani per il marito Davide Stival, e Francesco Biazzo, per il suocero, mentre venerdi sarà l’avvocato Villardita, legale di Veronica Panarello a prendere la parola.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button