fbpx
CinemaLifeStyle

Moglie e marito: commedia surreale che non convince

Opera prima del regista esordiente Simone Godano, con questa commedia vuole usare il pretesto surreale per indagare le sfere intime del reale. Al centro del film lo scambio -inversione- corpo mente tra moglie e marito.

Un soggetto non originale, già visto nel cinema francese e americano, e ancora nell’archivio della Disney “Quel pazzo venerdì”, eppure cambiando prospettiva e indagando di più nell’ animo umano ci sarebbe molto da dire, da mostrare. In questo caso un’occasione non sfruttata pienamente.

E va bene la regola secondo cui quando si sperimenta il surreale i caratteri vanno esaltati, estremizzati e spinti al massimo, a mio avviso l’esagerazione é scattata nel grottesco.

Premesso che gli attori principali sono tra i più bravi nel panorama italiano Kasia Smutniak e Pierfrancesco Favino, lei con il suo corpo ma con dentro lui sembra uno scaricatore di porto -con buona pace della categoria- e lui con dentro lei sembra un omosessuale esasperato, un eccesso di femminilità più del dovuto. Non convincono.

Le differenze fisiche tra uomo e donna sono ancestrali, ma non più così nette, così fatte di stereotipi e schemi banali e scontati. Ci propongono anche la scena di sesso a ruoli invertiti (…).

Il messaggio di base é importante quanto nobile e regala spunti di riflessione. Imparare a mettersi nei panni dell’altro, sviluppando l’empatia necessaria a migliorare il rapporto di coppia e a migliorarsi nella vita quotidiana e in generale nel rapporto con gli altri.

Trama:
Una coppia sposata da 10 anni, due figli piccoli, loro sono in crisi non si sopportano e sono vicini al divorzio. Durante un esperimento scientifico di lui all’improvviso si trovano l’uno nel corpo dell’altra. Lui è lei, e Lei é lui. Così vivranno la vita, l’esistenza  e la quotidianità dell’altro. Lui, che é un neurochirurgo alle prese con nuovi esperimenti sul cervello umano, vestirà i panni di lei ambiziosa presentatrice tv.  Il racconto di un viaggio, di un’esperienza che li cambierà nel profondo.

Trailer

[youtube url=”video_url” width=”500″ height=”300″]
Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Back to top button