fbpx
Psiche e Società

La solitudine tra noi, cosa possiamo fare?

Solitudine. Con tutto quello che sta succedendo in questo periodo, non possiamo dimenticarci di noi.

Tra poco sarà la festa delle donne solitamente ed in questa festa si parlerà della violenza sulle donne e come siano maltrattate dal compagno e il perché non denunciano. Vorrei affrontare un aspetto che ha in comune con i provvedimenti presi a causa del corona virus: la solitudine.

La solitudine delle donne maltrattate e quella che diventa una esigenza per la nostra salute.

La solitudine può essere una esigenza o una conseguenza delle nostre scelte

La solitudine è un sentimento che può essere una risorse e una fonte di disagio contemporaneamente. Nel caso della risorsa significa prendere degli spazi per sé, che abbiano lo scopo di prendere una pausa dalla routine quotidiana. Ciò significa darsi la possibilità di mettersi al primo posto, capire che siamo importanti e che abbiamo dei bisogni e desideri. Poiché raggiungere i nostri desideri rappresentano il motore della nostra vita.

Altre volte, invece, percepire la solitudine significa percepire un senso di vuoto. Essere nel vuoto, in cui nessuno si accorge della nostra mancanza, o il fatto che la nostra condizione emotiva non può essere compresa da qualcun altro o ci sentiamo giudicati e per questo la solitudine diventa una gabbia per quanto dorata, ma pur sempre una gabbia.

Sulla dinamica appena descritta potrei fare diverse considerazioni, ma una in particolare si ripete, ovvero, quella di quanto dipendiamo dal giudizio degli altri.

Sembra che gli altri ci servano per accertare la nostra identità.

Quindi che fare?

Accettare il senso di solitudine e affrontarlo. Affrontare uno specchio più severo, ovvero, il nostro. Il nostro sguardo è giudizio più terribile perché sappiamo cosa vogliamo essere e cosa invece siamo.Usiamo un metro di misura in cui il minimo è la perfezione. Accettarsi per quello che siamo non significa essere clementi. Ma significa darci la possibilità di migliorare attraverso le nostre risorse e di essere eccezionali a modo nostro.

Se risulta difficile se non impossibile questo ragionamento, e la solitudine è percepita come un disagio, rivolgetevi ad un professionista uno psicologo psicoterapeuta.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker