fbpx
Primo PianoSanitá

Presto accordo per vaccinare anche indigenti e senzatetto

«Rendere la vaccinazione accessibile a tutti, a prescindere dalla condizione sociale ed economica, è un dovere morale che ci richiama alla nostra responsabilità».

Pino Liberti, commissario ad acta per l’ emergenza Covid Area metropolitana di Catania, sottolinea il valore di un impegno già assunto da Asp, Ufficio del commissario, Croce Rossa e Comune, in attesa di essere formalizzato e partire nell’immediato futuro.

«Indigenti e senzatetto, che costituiscono un segmento importante del nostro tessuto sociale ma spesso privato dei diritti minimi, al limite della dignità umana – aggiunge Liberti- grazie a un’azione concertata tra le istituzioni, avranno la possibilità di vaccinarsi accedendo così a una pratica in favore della salute pubblica, che non ammette esclusioni».

La notizia è stata lanciata in occasione dell’inaugurazione della sede provinciale della Croce Rossa in via Ebe. Il presidente Stefano Principato, rivolgendosi a Liberti e ringraziandolo per l’essenziale impegno nel contrasto al Covid, ha voluto ricordare come la Regione siciliana sia l’unica nel nostro Paese a effettuare gratuitamente i tamponi. Il presidente Nello Musumeci presente alla cerimonia ha quindi rilanciato il nuovo step della campagna vaccinale over 50.

«L’obiettivo è ben chiaro e la volontà di centrarlo è assoluta: vaccinare a tappeto la popolazione», commenta Liberti, in prima linea nella promozione del diritto primario alla salute.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button