fbpx
CronachePrimo Piano

Covid, l’OMS lancia allarme: “Siamo già nella quarta ondata di pandemia”

L'OMS: è l'allarme per la quarta ondata di Covid. Terza dose del vaccino essenziale

– L’OMS lancia l’allarme per la quarta ondata di Covid. Terza dose del vaccino essenziale –

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, congiuntamente con l’Agenzia europea del Farmaco (Ema), lancia l’allarme. L’Europa è epicentro della quarta ondata di Covid e sino a febbraio potrebbe registrarsi un alto numero di vittime. Si stima oltre mezzo milione di persona.

La lotta contro il covid è dura, e nessuno si aspettava che lo sarebbe stata così tanto. A fronte di innumerevoli vaccinazioni siamo ancora a rischio. Per questo si rivela essenziale sottoporsi alla terza dose del vaccino contro il virus.

«Siamo già nella quarta ondata della pandemia» riferiscono le organizzazioni.

Nei giorni scorsi abbiamo visto un incremento dei casi in Sicilia, e proprio nella specifico a Catania. Anche nel resto d’Italia la situazione non sembra migliorare. I numeri dei contagi ricominciano a crescere.
Secondo quanto riportato nella mappa del Ecdc, sono già cinque le regioni a tornare in giallo. Solo in sei al momento restano in verde.

Nel bollettino quotidiano del Ministero della Salute della giornata di ieri sono stati registrati 5905 casi, e i dati si muovono in fretta in crescita. In Friuli Venezia Giulia si contano il triplo di nuovi casi.

E la terza dose?

«Dobbiamo accelerare sulla terza dose, che è un pezzo fondamentale della nostra strategia», dichiara e il ministro della Sanità Speranza, mentre il ministro degli Esteri Di Maio elogia il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ieri si è sottoposto alla somministrazione della terza dose del vaccino contro il covid.

In tema vaccini oggi si terrà una conferenza stampa con Figliuolo per fare il punto della situazione sulla campagna vaccinale.

Green pass

A partire da oggi i soggetti che hanno completato il ciclo di vaccinazione con vaccini non riconosciuti da Ema è contemplata un’estensione del green pass. Gli interessati potranno infatti ottenere il Green pass se ricevono una dose booster a mRna con Pfizer o Moderna.

L’allarme tocca particolarmente i paesi europei. La Gran Bretagna appare il più vulnerabile. Il Regno Unito infatti, alla luce degli ultimi dati, secondo lo scenario esposto dal professor Andrea Crisanti, rischia cinquantamila morti all’anno per Covid.

Magra consolazione la notizia che in Inghilterra nel frangente sia stato autorizzato il farmaco anti-Covid per via orale molnupiravir di Merck.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button