fbpx
CronachePrimo Piano

Strage di via D’Amelio, fiaccolata per non dimenticare

Sono passati 29 anni dalla strage di via D’Amelio. L’Isola era ancora scossa dalla morte di Giovanni Falcone nella strage di Capaci avvenuta quasi due mesi prima quando la magistratura che non si piegava alla mafia fu attaccata di nuovo.

Borsellino lo sapeva già: dopo Capaci, sarebbe toccato a lui. Fatale la visita alla madre ed alla sorella: sono “bastati” 90 chili di Semtex-H dentro una Fiat 126 e la vita di Paolo Borsellino e di cinque agenti di scorta,Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, è stata cancellata per sempre.

Le immagini di quella strage sono rimaste impresse nella memoria. Come le azioni e il messaggio di Borsellino che verrà ricordato per il 25esimo anno consecutivo nella tradizionale fiaccolata memoria delle vittime, organizzata dal “Forum 19 Luglio”, cartello che raggruppa trasversalmente associazioni, movimenti ed istituzioni, e “Comunità ’92”, coordinamento che unisce le varie anime della destra siciliana ideatrici della manifestazione.

Come lo scorso anno, causa Covid, la fiaccolata sarà statica e si svolgerà direttamente nel luogo della strage.

Prima della consueta deposizione del Tricolore, in programma alcuni momenti di ricordo: l’attore Salvo Piparo reciterà due suoi scritti (“Il Cunto di Santino” sulla strage di Capaci e “Lettera di un palermitano a Paolo Borsellino”), mentre il gruppo “I Quattro Passi”, con la partecipazione straordinaria del maestro Massimo Barrale, suonerà alcuni pezzi tra cui l’inno di Mameli. Nel corso della serata, sarà trasmesso l’audio inedito di Borsellino, ritrovato negli archivi dell’Isspe che sarà diffuso dal Centro Studi “Dino Grammatico”, di un convegno tenutosi nel gennaio 1989 nel quale il magistrato parla di lotta alla mafia.

 Anche la Rai ricorda Paolo Borsellino

Una fitta programmazione in ricordo di Paolo Borsellino è prevista sui canali Rai

Primo appuntamento su Rai Storia (canale54) con “Il giorno e la Storia” che racconta quanto accaduto 29 anni fa in via d’Amelio, in onda a mezzanotte e cinque.

Poi l’approfondimento su Rai1, alle 7.10 all’interno di “Uno Estate Mattina” e alle 15.40 in”Estate in diretta”, e su Rai3, alle 8 con “Agorà” – che proporrà un filmato di repertorio e la discussione con gli ospiti in studio – e alle 13.15 con “Passato e presente – Falcone e Borsellino, l’impegno e il coraggio” (in replica alle20.30 su Rai Storia).

Rai Movie (canale 24) alle 14 proporrà il film candidato ai David 2017 “Era d’estate” che racconta il soggiorno di Falcone e Borsellino con le loro famiglie all’Asinara per preparare il maxiprocesso contro la mafia.

Alle 21.10 Rai Storia (canale 54) proporrà “Diario civile – Paolo Borsellino, l’ultima stagione”.

Alle 21.20 su Rai3 andrà in onda una puntata speciale di Report dal titolo “Le menti raffinatissime” incentrata sulla trattativa Stato-mafia, sulle stragi del 1992 e su quelle del 1993 con testimonianze inedite e documenti esclusivi che ricostruiranno, per la prima volta in televisione, il ruolo ricoperto da alcuni settori delle istituzioni nelle stragi del 1992 e in quelle degli anni precedenti.

Il portale e i social di Rai Cultura proporranno, lunedì 19 luglio, lo Speciale “Paolo Borsellino, un uomo coraggioso”. Il documento ricostruisce, con filmati d’archivio e testimonianze, i 57 giorni che intercorrono dall’attentato dell’amico e collega di Borsellino, Giovanni Falcone, fino a quella tragica domenica di luglio del 1992.

Lo speciale comprende anche un documentario su Emanuela Loi, agente trucidata insieme agli altri quattro colleghi della scorta del magistrato. All’interno del documento la possibilità di approfondire con il link al Web Doc di RaiCultura “La Giornata della Legalità”.

La piattaforma digitale RaiPlay parteciperà al ricordo dei tragici eventi del luglio 1992 con una selezione di film,fiction, documentari e contenuti delle Teche Rai. Nello specifico saranno disponibili: “Era d’estate” film del 2016, regia Fiorella Infascelli; “Paolo Borsellino, i 57 giorni”film tv del 2012, regia di Alberto Negrin; “Adesso tocca a me” 2017, regia di Francesco Micciché; “Frammenti di un discorso morale – Falcone e Borsellino, la Tv, le parole” documentario di Andrea Salerno, 2014; “Paolo Borsellino Essendo stato” documentario di Ruggero Cappuccio, 2016; Speciale Tg1″Borsellino, un eroe italiano”; “Io Paolo”, spettacolo teatrale 2020, scritto dal giornalista Francesco Vitale e da Manfredi Borsellino.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button