fbpx
CronachePrimo PianoTecnologia

L’Inferno di Dante degli studenti del “G. Russo” di Paternò sbarca a Londra

Primo giorno di lavoro in terra londinese per gli studenti dell’Istituto Tecnico Economico “Gioacchino Russo” di Paternò.

Sono gli unici italiani presenti al concorso internazionale Apple Leadership Summit, che si è tenuto ieri e continuerà oggi, con la loro mappa dell’Inferno di Dante.

La professoressa Concetta Centamore, a Londra con gli studenti, è sempre più entusiasta di questa magnifica opportunità per i suoi ragazzi.

Come vi state preparando al concorso?

«I ragazzi stanno svolgendo una prova generale, in vista delle presentazioni ufficiali», dichiara la professoressa. «Il progetto era stato ideato lo scorso anno, quando gli studenti studiavano appunto l’Inferno», spiega.

«Consisteva in una mappa degli inferi di Dante realizzata con la carta pacchi. Quindi, avevano programmato un robot ispirato a BB-8 di Star Wars, in grado di camminare tra i vari gironi e dialogare con i personaggi incontrati».

Ed ecco la novità.

«Apple ha riprodotto lo schema in un tappeto simile a un grande mouse, dove adesso i ragazzi stanno riprogrammando il robot secondo i nuovi parametri: sono cambiati l’attrito, gli angoli. Insomma, un lavoro imponente che però sta suscitando stupore negli esperti e nei vari distributori Apple di tutta Europa».

«L’entusiasmo attorno a questo progetto è grande», ammette la docente e preside dell’Istituto. «Ne viene elogiato l’aspetto innovativo, come la connessione tra letteratura, fisica, robotica e informatica».

«Dal canto nostro, stiamo supportando gli studenti nella comunicazione e nella presentazione del progetto. Hanno 17-18 anni. Non sono abituati a un palcoscenico così importante, di caratura internazionale, dove rappresentano da soli l’Italia».

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.