fbpx
CronachePoliticaPrimo Piano

La CGIL si costituirà contro Bianco (e Villari)

La CGIL si costituirà parte civile nell’eventuale processo sui falsi bilanci del Comune di Catania durante la sindacatura di Enzo Bianco. È stato votato ieri all’unanimità dall’assemblea del direttivo.

Una svolta storica alla CGIL di Catania che chiude definitivamente un’era.

Un ordine del giorno approvato ieri dal direttivo della CGIL di Catania vincola il sindacato a costituirsi parte civile contro Enzo Bianco e la sua giunta nell’eventuale processo sui falsi bilanci. La CGIL, tra i più grandi sponsor dell’ex sindaco, volta dunque le spalle a Bianco con un atto politico senza precedenti. Come, senza precedenti, sarebbe l’eventuale costituzione di parte civile contro Angelo Villari, ex assessore della giunta di centro sinistra. Sarebbe, con molta probabilità, il primo caso in cui la CGIL si costituisce parte civile contro un suo ex segretario.

Subito dopo il direttivo, è arrivato a caldo il commento di Claudio Longo, ex segretario confederale della CGIL sottoposto a una mozione di sfiducia proprio per aver messo in discussione Bianco in merito al dissesto del Comune di Catania chiedendo che fossero accertate anche le responsabilità politiche dell’ex sindaco.

Oggi, Claudio Longo incassa l’ennesimo risultato, dopo quello sul documento del 2018 in cui si mettevano nero su bianco le critiche alla gestione Bianco.

«Oggi al direttivo della Camera del Lavoro – fa sapere Longo – abbiamo approvato, all’unanimità, un documento forte e importante, frutto di un percorso iniziato un anno fa sulle responsabilità politiche nel dissesto del comune. Fermo restando la presunzione di innocenza, nel caso in cui i componenti dell’amministrazione Bianco andassero a processo, la Cgil di Catania – annuncia Longo – si costituirà parte civile».

E mentre Longo gioisce per l’esito della votazione, nei giri “rotiani” vige il più totale silenzio.

Alle 22:57 di ieri sera, nel momento in cui si batteva questo articolo, alla redazione de l’Urlo non arrivava alcun comunicato stampa dalla CGIL.

Quali potranno essere adesso le conseguenze politiche di questo ordine del giorno, è tutto da vedere. Certo è che i mal di pancia crescono tra i “villariani” presenti nella CGIL, pur avendo votato favorevolmente. Perché sia chiaro: non sono pochi i dirigenti che ancora oggi guardano Villari con stima e gratitudine. Gratitudine, del resto, tutta meritata. Il predecessore di Giacomo Rota è infatti il più importante protagonista della CGIL degli ultimi vent’anni.

Tutto questo, naturalmente, nel caso in cui gli attuali indagati fossero rinviati a giudizio.

Ci sarà da interpretare poi la reazione di Concetta Raia, partner politica di Angelo Villari, nonché moglie di Giacomo Rota. Potrebbe spezzarsi l’asse… “Rotaia”? Oppure Raia deciderà di cestinare definitivamente, dopo averlo ridotto all’irrilevanza, lo stesso Villari? E cosa succederà nel caso di rinvio a giudizio di Luca Sammartino? …nel caso: lo ribadiamo per evitare l’ennesima lettera del gentile legale di Luca Sammartino che ha già diffidato e minacciato querela la scrivente e questa testata nel 2017.

La CGIL si costituirà parte civile anche contro Luca Sammartino?

CGIL PD Sammartino Villari Raia
Vignetta by Raffaele Biancofiore

 

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker