fbpx
IntervistePrimo Piano

Italiana emigrata in Gran Bretagna: “qui non somministrano tamponi e non abbiamo vera contezza della situazione”

La redazione dell’Urlo ha intervistato Alice Grimaudo, chimico di Caltagirone emigrata in Gran Bretagna cinque anni fa. Le abbiamo chiesto qual è la percezione – da italiana – della gestione della pandemia nel mondo anglosassone e come vede la situazione italiana dall’estero.

Secondo la tua opinione, ritieni efficaci i provvedimenti adottati dal governo inglese per la gestione della pandemia?

«In realtà, la linea del governo anglosassone non è chiara. In questi ultimi giorni hanno dichiarato circa quattrocento nuovi contagi, ma già da giorni sappiamo che non stanno più somministrando tamponi, quindi non sappiamo da dove stiano ricavando questi numeri. Fino a ieri, inoltre, non erano state prese delle misure di contenimento, solo oggi hanno iniziato ad annunciare delle restrizioni per le attività come i supermarket.»

Sono previste anche delle misure per i lavoratori?

«Anche sotto questo aspetto ci sono parecchie osservazioni da fare. Prima di tutto, a differenza dell’Italia, no c’è in Gran Bretagna un sistema previdenziale tale da garantire il sostentamento delle persone che non vanno a lavorare. Per questa ragione molta gente continua a recarsi normalmente sul luogo di lavoro. Le aziende hanno attuato dei protocolli di sicurezza che consistono principalmente nell’utilizzo di gel igenizzanti, ma non si prevedono al momento ulteriori misure precauzionali.»

Qual è secondo te la percezione degli inglesi in merito all’atteggiamento del governo?

«Gli inglesi mi sembrano abbastanza consapevoli della linea adottata dal loro governo che ha suggerito ai soli anziani e alle persone con patologie pregresse di rimanere isolati per un periodo che varia dai sei ai dodici mesi».

Quali saranno, secondo te, gli effetti di questa pandemia sull’economia britannica?

«La situazione dal punto di vista economico è in continuo divenire. Non dimentichiamo che la Brexit inciderà probabilmente da questo punto di vista in modo non positivo ».

Secondo te, il governo italiano ha agito bene fino ad ora?

«Ritengo di sì, anche se avrebbero potuto essere maggiormente decisi. Anche in Sicilia, il provvedimento di chiusura adottato da Musumeci sarebbe potuto intervenire prima, in modo da bloccare l’esodo dal nord.»

(per approfondire leggi Epidemia Coronavirus: due approcci strategici a confronto e La Cina post Covid-19: riparte l’economia)

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker