fbpx
EditorialePoliticaPrimo Piano

E allora il PD? Oggi le primarie

L’aria è frizzantina quest’oggi per il PD. I militanti sono chiamati ai gazebo per decidere democraticamente chi sarà il loro segretario di partito. Chi la spunterà tra Nicola Zingaretti, Maurizio Martina e Roberto Giachetti? Primarie all’ultimo sangue.

L’eredità

Dopo la vittoria del NO al Referendum Costituzionale il 4 dicembre 2016, il PD si è trascinato a oggi da malato terminale. Qualche scandalo e qualche avviso di garanzia lo hanno tenuto in vita sulla carta stampata e in rete. Se così non fosse stato, probabilmente ci saremmo dimenticati tutti della sua esistenza.

Dal reparto di terapia intensiva alla neurologia il passo è breve: “Non si capisce se gli elettori esprimeranno il voto prima o dopo essere passati dal reparto di neurologia”, fa sapere Antonio Bonanno di Potere al Popolo.

I postumi “post sbronza” degli anni d’oro di Matteo Renzi si fanno sentire ancora, sebbene qualche temerario continui a crederci nonostante la catastrofe. E come non è mancato agli incontri organizzati da Zingaretti e da Renzi a Catania, non mancherà quest’oggi all’appuntamento fissato per esprimere la propria preferenza a queste primarie.

Non solo primarie

Da questa votazione interna, inevitabilmente si potrà tracciare il peso specifico dei principali rappresentanti del PD e del loro elettorato. Da un lato abbiamo una fitta schiera in favore di Nicola Zingaretti che lo sostiene con le liste “Piazza Grande Sicilia” e “Piazza Grande Europa“.

Al collegio provinciale, il cigiellino Angelo Villari (Piazza Grande Sicilia) sfida l’ex assessore regionale al turismo Anthony Barbagallo (Piazza Grande Europa).

Per il seggio all’assemblea nazionale concorre Enzo Bianco capolista di Piazza Grande Europa.

Contro tutto e tutti, e controcorrente rispetto ai principali esponenti del PD che sostengono Zingaretti, troviamo Luca Sammartino con la lista “Sicilia per Martina”.

Chi parteciperà alle primarie del PD? Guerra aperta al governo pentaleghista

Si prevede un’ampia affluenza dei partecipanti a queste primarie a Catania e nelle principali città italiane. Le urne sono aperte anche ai cittadini politicamente liberi che con queste primarie intendono palesare il loro dissenso all’onda nera che sta dilagando in Italia.

“Possono votare anche gli elettori fuorisede e i giovani fra i 16 e i 18 anni che si siano precedentemente registrati online”, ricorda Enzo Bianco. “I cittadini comunitari non italiani ed extracomunitari devono portare un documento di riconoscimento o il permesso di soggiorno o la ricevuta di richiesta di rinnovo”.

I grillini della prima ora la prendono a ridere. “ULTIMORA”, annuncia lo storico attivista M5S di Aci Castello Franz Mannino. “Oltre ai sedicenni e agli extracomunitari, alle primarie del PD potranno votare anche gli animali domestici e alcune piante da balcone”. E il post fa il giro del web.

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.