fbpx
CronachePrimo Piano

Da Domenica Sicilia è zona rossa, le chiusure e i divieti previste dall’ordinanza

Da Roma si aspetta risposta alla richiesta del Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci di far diventare la Sicilia zona rossa. E l’Isola, di fatto, resterà rossa per “almeno due settimane” stando alle dichiarazioni di Musumeci, niente quindi fa supporre un eventuale veto da parte del Governo Nazionale. Sono, invece, attese oggi le ordinanze che riguarderanno le altre regioni italiane al di fuori della Sicilia e della Lombardia. Solo 6 le regioni a rientrare nella zona gialla: Abruzzo, Basilicata, Campania, Sardegna, Toscana e Valle D’Aosta. Il resto si colorerà di arancione. 

“Evitare di restare chiusi quando il resto d’Italia riaprirà”

Musumeci, inoltre, è stato chiaro sulla linea dura da seguire: “Dobbiamo evitare che rimandare misure inevitabili ci costringa a restare chiusi quando il resto d’Italia riaprirà”, ha commentato, cogliendo l’occasione per ribadire a Roma la necessità di provvedere ai ristori e al tempo stesso invitando i cittadini a un comportamento rispettoso delle norme. Le festività natalizie, infatti, hanno lasciato ferite profonde soprattutto in Sicilia”.

Zona rossa blocco della mobilità

Per chi ritiene che la zona rossa sia un altro sinonimo di lockdown in parte è proprio così ma non del tutto. La prerogativa della zona rossa è il blocco della mobilità. Rimane lo stop alle attività commerciali e della ristorazione salvo alcune deroghe. Sul fronte delle scuole, resta ancora da verificare un eventuale ritorno tra i banchi per elementari e medie a partire da lunedì, come si era stabilito. Certo è che il Governatore della Sicilia ha chiesto di estendere poderosamente la campagna di screening agli alunni.

SPOSTAMENTI

Le restrizioni sugli spostamenti sono severi: non è possibile muoversi dall’abitazione, se non per comprovate ragioni di lavoro, necessità o salute e per ritornare al domicilio e alla residenza. Rimane, tuttavia, valida la regola che consente una sola volta al giorno ad un massimo di due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi) di andare a trovare parenti o amici ma solo all’interno del proprio comune.

BAR E RISTORANTI

Stop alla ristorazione. Fuori dai bar e dai ristoranti rimarrà il cartellino CLOSE ma potranno effettuare l’asporto e il domicilio. Il governo ha però confermato che nel Dpcm, in vigore dal 16 gennaio, ci sarà il divieto della vendita da asporto per i bar dalle 18.

NEGOZI

Negozi chiusi ma possono effettuare consegne a domicilio. Non tutti i negozi, però, rimarranno chiusi.

Ecco le novità

Commercio al dettaglio
Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari).

Commercio al dettaglio di prodotti surgelati.

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici.

Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione.

Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4).

Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari.

Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio.

Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici.

Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio.

Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati

Commercio al dettaglio di biancheria personale.

Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati.

Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori

Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)

Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti.

Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati.

Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia.

Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento.

Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini.

Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali.

Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati.

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono.

Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

SERVIZI

Aperte le attività di: Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia; Attività delle lavanderie industriali;  Altre lavanderie, tintorie; Servizi di pompe funebri e attività connesse; Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere.

ALTRE CHIUSURE

Stop a palestre e piscine, è però consentito fare sport individuale all’aperto senza uscire fuori dal comune. Anche la passeggiata, ma nei pressi della propria abitazione, è permessa.

G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button