fbpx
CronachePrimo Piano

Caldo torrido e l’hub vaccinale di Sant’Agata li Battiati chiude

L’ondata di caldo africano che ha colpito la Sicilia ha costretto l’Hub di Sant’Agata li Battiati a chiudere i cancelli.

Il palazzetto dello sport, infatti, era sprovvisto di condizionatori. Quindi a fronte del caldo torrido l’Asp è corsa ai ripari: «I vertici dell’Asp hanno deciso di sospendere provvisoriamente, dal 24 giugno, le attività dell’hub vaccinale per alcuni giorni per consentire il montaggio di dieci mega climatizzatori. Le condizioni climatiche eccezionali non consentono a personale e utenti un sereno svolgimento delle operazioni», spiega il sindaco Marco Rubino.

I prenotati sono stati trasferiti presso l’hub di via Forcile a Catania, dove è stata predisposto una corsia preferenziale per gli utenti di Hub Battiati.
«Lasciatemi dire, infine, – chiarisce il primo cittadino- che già il 16 maggio scorso, in occasione dell’inaugurazione, avevo scritto agli organi regionali competenti per segnalare l’esigenza di climatizzare l’impianto sportivo in previsione del caldo tipico del mese di luglio, offrendo un contributo economico proporzionato alle forze del nostro piccolo Comune, e ricevendo ampie rassicurazioni in merito. La procedura d’urgenza (che prevede comunque gare d’appalto) era stata avviata dalla protezione civile e la sua conclusione era prevista entro fine giugno, prima del tipico rialzo delle temperature, che solitamente avviene a luglio».
«Il 18 giugno, avendo appreso della previsione di una ondata di caldo anomalo, ho ulteriormente sollecitato, ma la procedura d’urgenza era già in fase di completamento e non suscettibile di ulteriori accelerazioni. Purtroppo, il clima torrido è stato eccezionalmente più veloce».
Al più presto verrà comunicata la nuova data di apertura dell’hub vaccinale.

“Caldo torrido in Sicilia, chi lo avrebbe mai detto in Sicilia?”: l’attacco del M5S

«Toh, d’estate fa caldo. Chi l’avrebbe mai detto, in Sicilia, a ridosso di luglio? Ai responsabili dell’Asp di Catania, costretti a chiudere l’hub vaccinale di Sant’Agata Li Battiati, perché presi in contropiede per l’improvviso e inaspettato arrivo delle alte temperature, la nostra solidarietà».

Lo affermano, in chiave evidentemente ironica, i deputati regionali del M5S all’Ars, componenti della commissione Sanità, Francesco Cappello, Giorgio Pasqua, Antonio De Luca e Salvatore Siragusa.

«Organizzare un hub vaccinale in un centro non dotato di climatizzatori – dicono – ci sembra la genialata del secolo. A quanto pare la Regione si sta muovendo con la sua caratteristica andatura da tartaruga azzoppata per metterci una pezza, e intanto a farne le spese, come sempre, sono i cittadini, che hanno trovato i cancelli chiusi a fronte di prenotazioni regolarmente fatte e, per giunta, a quanto pare, senza comunicazione dello stop, che avrebbe quantomeno risparmiato loro un viaggio a vuoto e, presumibilmente, di perdere inutilmente una giornata di lavoro. A loro va la nostra vera e convinta solidarietà».

«Disservizi come questi, di cui la cattiva gestione Musumeci-Razza purtroppo è infarcita – concludono i deputati – purtroppo, per quanto incredibili, non riescono a meravigliarci. Ci sarà un motivo perché la Sicilia ancora oggi è ai vertici dei contagi in Italia?».

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button