fbpx
CronachePrimo Piano

Al via alla vaccinazione di massa alle Isole Eolie

Comincia dall’arcipelago delle Eolie il piano di vaccinazione di massa anti Covid delle isole minori. Le prime somministrazioni sono in corso a Salina, scelta con la toscana Capraia, come sede d’inizio.

Le dosi saranno somministrate a tutte le persone che hanno più di 18 anni in su, senza bisogno di prenotazione. Sull’isola è già arrivato personale militare e vaccini su disposizione del commissario nazionale per l’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo.

Il rilancio del turismo parte dal Covid Free

«È un passo importante per avviare una ripresa del distretto turistico delle Eolie – afferma il commissario per l’emergenza Covid di Messina, Alberto Firenze – è essenziale tutelare le località che vivono di turismo e non possono essere considerate marginali per la Sicilia. Si deve coniugare la ripresa dell’economia turistica con la tutela della salute, per permettere ai visitatori di venire in tranquillità in territori Covid free».

I vaccini disponibili sono Moderna, Johnson e Johnson e Astrazeneca. A Salina sono previste 1.200-1.300 inoculazioni. Si proseguirà fino a domenica, poi le vaccinazioni saranno fatte ad Alicudi e Filicudi e in seguito Panarea Stromboli, Ginestra, Vulcano, Lipari. Alcuni vaccinazioni saranno eseguite per Alicudi e Filicudi. Nelle isole Eolie è previsto che 14 mila residenti siano vaccinati in 15 giorni, ma 3mila persone, tra personale scolastico e medico, sanitario, hanno già ricevuto le loro dosi.

Il Commissario Firenze si dice «disposto a collaborare con i grandi tour operators per offrire ai turisti un pacchetto compreso di alloggio e vaccino per dare un’ulteriore impulso a questo settore economico, fondamentale per la nostra Regione».

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button