fbpx
NeraPrimo Piano

Acireale, appiccato un incendio nella villa del giornalista della Rai Orazio Aleppo

Intimidazione al giornalista della Rai Orazio Aleppo

Casa in fiamme ad Acireale, a bruciare è la villa del giornalista della Rai Orazio Aleppo.

Un corposo incendio la notte scorsa ha preso vita in una casa ad Acireale. A prendere fuoco è stata al villa del giornalista delle Rai, nonché segretario provinciale di Assostampa, Orazio Aleppo.

La villa incendiata è una costruzione a due piani, inagibile perché colpita dal terremoto avvenuto nel 2018. Secondo i primi rilievi di ricognizione, sembra che le fiamme siano state appiccate in diversi punti dello stabile. Presumibilmente da mani esperti. Tutto distrutto. Notevolmente dannegiati suppellettili, arredi e infrastrutture.

Non è difficile credere possa trattarsi di un atto intimidatorio diretto al collega. Lo spiacevole evento potrebbe senz’altro essere interpretato come un messaggio da recapitare all’interessato.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Acireale e della sezione di Riposto che hanno lavorato assiduamente per 12 ore nel tentativo di spegnere le fiamme che circuivano l’immobile.

«Il gesto nei confronti del collega non può che preoccuparci perché è chiaro che qualcuno ha voluto mandare un messaggio», asserisce il segretario regionale di Assostampa Sicilia Roberto Ginex in merito all’accaduto.

«È stata incendiata una villa, il che dimostra – conclude Ginex – che il gesto è stato compiuto da mani esperte».

Vorremmo tanto credere che nel 2021 un giornalista non debba essere intimato a ritirarsi in silenzio spirituale. E con queste parole non possiamo che esprimere la nostra più sincera solidarietà al collega Aleppo, nella speranza che possa trattarsi di un evento isolato e accidentale.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button