fbpx
NeraPrimo Piano

Accoltella un connazionale: assassino nigeriano fermato a Catania

Una lite, poi le botte ed infine alcuni fendenti che sono costati la vita ad un nigeriano lo scorso 12 luglio, in via Re Ierone II a Siracusa. 

Il responsabile è un cittadino nigeriano di 23 anni, di cui non sono state fornite le generalità, che dopo l’omicidio ha lasciato la città alla volta di Catania. E proprio qui, il giovane è stato avvistato in via De Pasquale da un assistente capo della Questura etnea libero dal servizio, in quanto già noto alle forze dell’ordine per precedenti e personalità aggressiva.

Gli agenti lo hanno così fermato con l’accusa di tentato omicidio e poi condotto in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

La dinamica dell’omicidio è stata chiarita dai filmati dei sistemi di videosorveglianza installati nella zona: l’aggressore era stato colpito nel corso di una lite con un connazionale con un pugno al volto che gli aveva procurato una ferita all’arcata sopraccigliare. Il 23enne dunque è ritornato armato di coltello e ha colpito la vittima fino ad ucciderla. 

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button