fbpx
CronacheNews

Ztl da domani ad Acireale. C’è chi gioisce e chi no

Da domani alle ore 16.00 saranno collocate le transenne e partiranno i due bus navetta gratuiti. Il centro storico di Acireale verrà chiuso al traffico veicolare. C’è chi gioisce  e chi come molti commercianti è sul piede di guerra.

La zona a traffico limitato parte dunque non senza qualche remora ma in via sperimentale istituita da domani al prossimo 12 settembre. Dal 2 al 31 luglio la ZTL sarà vigente dalle ore 16.00 alle ore 24.00 di tutti i giorni feriali e dalle ore 00.00 alle ore 24.00 dei giorni di sabato e dei festivi.

Per chi viene in auto o in moto, sono stati individuati 5 parcheggi dove poter sostare e proseguire tramite un servizio BUS navetta gratuito. I parcheggi sono: San Giuseppe, Galatea, Indirizzo, Livatino, Martinez. La navetta effettuerà 13 fermate: Roma, Garibaldi, Indirizzo, Sicilia, Savoia, Gusmana, Duomo, Piazza L. Vigo, Carmine, Terme, Gangi, Municipio, XXV Aprile.

La ZTL di Acireale-clicca per ingrandire
La ZTL di Acireale-clicca per ingrandire

 

 

 

 

 

 

 

 

leggenda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il sindaco Roberto Barbagallo in una lettera aperta ai suoi cittadini aveva scritto Sappiamo che ci saranno cittadini e/o commercianti contrari, scettici o semplicemente abituati all’uso indiscriminato dell’auto ma siamo sicuri che anche i più ostili capiranno presto la bontà della nostra scelta”

Infatti, se da una parte in molti accolgono con fervore la novità, dall’altra ci sono grandi detrattori. Solo stamattina una lettrice dell’Urlo scriveva alla redazione “dato che da domani in poi, con l’isola pedonal-elettorale di D’Agostino, il traffico, le vibrazioni e le emissioni di gas nocivi in via Galatea qualcuno dell’amministrazione ha pensato a come mettere in sicurezza le rovine di Casa Vigo Calanna, a pochi metri dal parcheggio Cappuccini?”

L’amministrazione però annuncia che procederà ad una sperimentazione con la partecipazione pubblica dei cittadini e di tutti i soggetti comunque interessati alla chiusura del centro storico attraverso quello che è stato definito un “dialogo strutturato” con gli stakeholder, una indagine demoscopica, che raccoglie le opinioni dei cittadini ed una “giuria dei cittadini”, che vaglia gli esiti del “dialogo strutturato”.

Nel frattempo a nastro neanche tagliato i commercianti, taluni, brontolano ma da domani si vedrà.

 

 

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button