fbpx
CronachePrimo Piano

Zio e nipote “in società” per lo spaccio

Un’attività “di famiglia” per zio e nipote, entrambi operanti nell’ambiente dello spaccio di marijuana. 

I Carabinieri della “Squadra Lupi” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno così arrestato il 49enne Orazio Tosto e il 21enne Daniele Tosto. Entrambi sono ritenuti responsabili del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

A seguito di attente indagini, gli agenti hanno individuato l’abitazione dei due, ubicata nel quartiere del Villaggio Zia Lisa. Ma al fine d’evitare che l’annunciarsi dei carabinieri al citofono potesse provocare la reazione dei malviventi e la conseguenziale dispersione della droga nelle condotte fognarie, i militari hanno pazientemente atteso che qualcuno uscisse dal portone dell’abitazione. In effetti l’uscita di due coniugi, estranei ai fatti, consentiva ai militari un rapido accesso dei militari ai quali Daniele Tosto, consegnava 3 grammi di marijuana. Quest’ultimo, che aveva già l’obbligo di presentazione alla P.G. e di dimora nel comune, ha dichiarato come la droga fosse per uso personale.

Diffidenti, i carabinieri hanno effettuando comunque la perquisizione. Il prodotto della loro perseveranza è il ritrovamento di un ulteriore involucro contenente altri 380 grammi della stessa sostanza stupefacente. Non ancora del tutto paghi del risultato, però, i militari hanno preteso l’apertura di una stanza dell’abitazione chiusa a chiave. Intervenuto anche Orazio Tosto, zio e “proprietario” della stanza, gli agenti hanno rinvenuto occultati all’interno di una scatola di scarpe 7 involucri di plastica contenenti ulteriori 55 grammi di marijuana.

Gli arrestati, dopo la convalida dell’arresto da parte del giudice, sono entrambi relegati agli arresti domiciliari.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker