fbpx
FoodLifeStyle

Zenzero e la pizza cruda

Di questi tempi uno dei locali più alla moda di Catania è Zenzero in via Martino Cilestri a Catania, ristorante naturale e pizzeria napoletana; definizioni che fanno presa sul pubblico modaiolo (perchè ora è trandy mangiare naturale e non ha importanze che alle 20.00 ti nutri bio e alle 22.30 ti stai strafongando con un big mac), leggendo il menù di questo ristorante c’è da togliersi il cappello. Tutti i piatti sembrano buoni e pescano dal meglio in fatto di tendenze culinarie.

Antipasto – Spettacolare. Un 10 e lode per la cupola di quinoa con uvetta, pinoli tostati, julienne di verdure su vellutata di zucca e lenticchie rosse decorative (che io ho pure mangiato contro il diktat dela buona educazione). I semi di quinoia sono buonissimi e Zenzero li fa bene in una ottima combinazione di ingredienti ben preparati.

 

 

 

Second0 – Filetto di pollo bio. Cotto a bassa temperatura in birra rossa su vellutata di melenzane agli agrumi,crosta di crudo di parma e scaglie di ragusano doc. La presentazione è curata.

pollo-presentazioneGli ingredienti sono di buona qualità, combinati insieme al primo assaggio inebriano piacevolmente riuscendo a mascherare qualche difetto di preparazione. La cottura a bassa temperatura è esagerata tanto che il pollo non sembra tanto cotto.

pollo-bassa-cottura

 

 

 

 

 

 

pizzaSaltimbocca Napoletani – ottima idea quella di prevedere i saltimbocca napoletani ovvero i panini schiacciati fatti con l’impasto della pizza napoletana. Il panino-pizza con seitan, pomodoro fresco, cime di rapa, maionese alla senape di dijon, melenzane grigliate alla menta si presenta maestoso e appetitoso. Ancora una volta gli ingredienti risultano ottimi, in particolare la maionese. Però c’è un grosso però. Il panino è crudo. La pasta pizza con cui è preparato è molla. È vero che nella tradizione napoletana è prevista una cottura rapida in 40-60 secondi in modo da ottenere un impasto soffice ma da Zenzero si esagera con risultati poco digestivi per chi ha mangiato la pietanza.pizza-cottura

 

 

 

 

 

 

I dolci – Grande varietà fanno venire l’acquolina in bocca tanto da ordinarne tre, il dessert insieme all’antipasto sono ciò che rendono indimenticabile un pasto.

torta-di-carote

Mousse di cioccolato e pere; yogurt bianco con miele (0,50 centesimi in più) e una spolverata di cacao (0,50 centesimi in più); cake carrot (o torta di carote).  La Mousse era insipida, chiudendo gli occhi e assaggiando un boccone non si sarebbe indovinato il dolce. Anonimo persino il cioccolato.

La torta di carote con un pan di spagna poco friabile, “pesante”. Anche questo insipido.

Tutt’altro che insipido lo yogurt artigianale, che aveva un retrogusto da ricotta. I dolci insomma sembrano siano stati preparati da un gruppo di ragazzi delle medie che il pomeriggio gioca a fare dessert.

conto

 

 

 

 

 

 

Leggi anche le recensioni di I Brillanti, Ristorante acqua del ferro e Il giardino di Bacco

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button