fbpx
Cronache

Zammataro: Privacy violata per utenti Inps, si valuta azione legale

Zammataro- Segretario Regionale dell’associazione dei consumatori Codici Sicilia- dichiara «Sito in tilt: flop che danneggia lavoratori e privacy violata per migliaia di utenti: valutiamo azione legale»

Riferisce ancora Zammataro che non si tratta di un pesce d’aprile, centinaia di account di utenti con i relativi dati personali sono stati violati.

Distrutta la privacy di molti utenti

Infatti, l’avvocato è intervenuto per denunciare il caos che sta accadendo nel portale dell’Inps, su cui da stamane è stato possibile presentare la richiesta per il Bonus Indennità di 600€, previsto dal decreto Cura Italia.

Il segretario di Codici Sicilia ha preannunciato, dunque, un’azione legale contro l’Inps a tutela di coloro che resteranno esclusi a causa dei disservizi del portale e ha inoltre denunciato una grave violazione della privacy e dei dati sensibili di decine di utenti.

«In un primo momento-afferma l’avvocato Manfredi Zammataro- il sito è risultato irraggiungibile, probabilmente a causa dell’alto numero di accessi, successivamente è tornato online, distruggendo però la privacy di tantissimi utenti»

Si tratterebbe di una confusione generalizzata partita ieri con l’annuncio del click day, annullato dopo le proteste dei cittadini.

«Gli utenti non riescono a inoltrare la domanda perché i server dell’Inps non sono in grado di sostenere la prevedibile mole di richieste».

La voce di Zammataro si leva sovrana: «Ciò che ci preoccupa è che i tanti utenti non hanno potuto completare l’iter per colpa dei disservizi del portale Inps.»

Di conseguenza, molti sarebbero gli esclusi dalla erogazione del contributo.

«Sarebbe una discriminazione inaccettabile perché dovuta alla inefficienza dell’Inps; qualora ciò avvenisse ci riserviamo di esperire azioni legali a tutela degli esclusi»

Inoltre il sito Inps avrebbe assicurato una gravissima violazione della privacy.

Infatti chi è riuscito ad accedere alla sezione My Inps ha avuto libero accesso al profilo di altri cittadini, sconosciuti, con cui non ha nessun legame.

Dunque, «si parla di dati sensibili, come quelli anagrafici o di contatto:un fatto gravissimo» informa Zammataro.

«Chi ha avuto problemi di accesso al sito internet dell’Inps e ha subito la violazione della propria privacy può segnalare la propria esperienza inviando un messaggio alla pagina Facebook “Codici Sicilia”.» conclude infine l’avvocato di Codici Sicilia.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker