fbpx
IntervisteMusica

X Factor, Emanuele Bertelli alla terza puntata del talent show. Le anticipazioni

Catania è con lui, e lo ha dimostrato durante l’ultima puntata di X Factor. I giudici di gara non sono riusciti a trovare la quadra sull’esibizione di Emanuele Bertelli, ma grazie al tele voto spedisce a casa i Red Bricks Foundation. Questa sera, tutti sintonizzati per sostenere il talentuoso catanese su Sky Uno!

Intanto, strappiamo qualche anticipazione sull’esibizione di stasera alla mamma di Emanuele, Loredana Grancagnolo.

L’intervista telefonica

Il voto da casa ha permesso a Emanuele di continuare il sogno. Cosa non ha convinto i giudici di gara?

«Gli hanno assegnato un brano che per i giudici era un brano che non risaltava le sue qualità canore. Emanuele ha una voce potente che con questo brano non è stata valorizzata, sia negli acuti che nelle strofe essendo un soul trap. È stato il meno votato insieme al gruppo che poi alla fine è stato squalificato. Ogni giudice ha dato la propria opinione andando in parità, andando in ‘tilt’. Così, in circa 60 secondi, grazie al tele voto Emanuele si è salvato».

I talent show sono sempre al centro delle critiche perché chi partecipa spesso è destinato a diventare una meteore. Pensa che questo possa accadere Emanuele?

«Niente è certo, tutto nella vita può succedere. Ma con le sue capacità e la sua grande passione essere riuscito a calcare un palcoscenico così importante a soli 16 anni è già un traguardo ed è una gioia immensa. Lui continuerà in ogni caso a fare musica perché è ciò che ama, è la sua vita. Lui produce, compone, scrive, suona. Se non dovesse riuscire ad arrivare al successo con X Factor, ha intenzione di continuare, di studiare al conservatorio, di diplomarsi, di laurearsi. In ogni caso farà sempre musica. Già essere arrivato al terzo live di X Factor per noi è un successo comunque».

Quali sono i punti di forza e i punti deboli di Emanuele

«Emanuele è un ragazzo molto forte caratterialmente. Anche se ha le sue sfumature emotive riesce a gestire le emozioni, soprattutto quando si esibisce. Quando canta entra in un’altra dimensione quindi riesce a ponderare il lato più emotivo. Ma è molto sensibile. Un ragazzo umile, ma anche molto critico. Accumula tutto dentro e si lascia andare con la musica grazie alla quale riesce a sfogarsi in tutto e per tutto».

Durante la prossima puntata quale brano eseguirà?

«Congratulation di Post Malone. L’ha arrangiata in una versione completamente diversa rispetto all’originale che rientra nelle sue corde, tra soul e trap-pop, ma più Soul RnB che trap perché di trap c’è pochissimo. Diciamo che è un trap più cantato rispetto al trap originale che è più rappato».

È preoccupata?

«No sono tranquilla, comunque vada sono felice. C’è l’ansia e l’emozione ma sono preparata a tutto e comunque vada per me è già un grande successo. E comunque vada, se dovesse uscire lo riabbraccerò dopo un mese che non posso né vederlo, né sentirlo».

Catania ha risposto con molto entusiasmo al traguardo raggiunto da Emanuele, infatti lo segue e lo sostiene. Si sarebbe aspettata una simile risposta dai catanesi?

«Mi gratifica tantissimo perché vedere la propria città che sostiene un suo talento è una grande gioia. E mi auguro che i catanesi possano continuare a dimostrare il loro sostegno attraverso il tele voto che è gratuito!».

 

 

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".
Back to top button