fbpx
LifeStyleMusicaNews in evidenza

Week end di musica tra tributi e pop rock. Giovedì 26 il tributo ai Negramaro

Il tributo alla band in questo momento prima in classifica, la festa per il settimo anno di attività dei Recover e gli Audiotape a completare. Tanta musica anche questa settimana nella programmazione del Dorian in piazza in piazza Don Bosco 11 a Palermo. La formula è sempre la stessa: alle 20 l’apericena e alle 22 la musica con i concerti live.

Giovedì 26 novembre ritornano a grande richiesta, dopo il successo dello scorso mese, gli Apollo 11, band di recente formazione, che porterà l’omaggio ai Negramaro, ovvero la band salentina i questo momento numero uno in classifica tra i dischi più venduti. Giorgio Emanuel Imparato alla voce nel ruolo di Guliano Sanfiorgi, Francesco Sampino alla chitarra, Danilo Buttitta al basso, Francesco Chiavetta alla batteria e Francesco Giliberto alle tastiere faranno assaporare tutte le atmosfere della band, considerata da tutti tra le migliori in circolazione in Italia. Tra i brani in scaletta “Mentre tutto scorre”, “Estate” e il rifacimento di “Meraviglioso” di Domenico Modugno.

Venerdì 27 novembre i Recover festeggiano i primi 7 anni di attività nel concerto “Concerto N°7 – Adagio, Mosso, Sostenuto”: Adagio, Mosso, Sostenuto sono le tre parti di una storia nata 7 anni fa. «Una festa, il film di ciò che è stato, un contenitore di suoni dove abbiamo messo dentro tutto. Cominceremo “Adagio”, vestendo i nostri inediti di un abito nuovo e continueremo con “Mosso”, dove il volume si alzerà il giusto, per poi lasciare spazio a “Sostenuto” dove questa piccola orchestra di amici vi lascerà ballare per come avete sempre fatto». I Recover sono: Vittorio Di Matteo, Roberto Catalano, Vincenzo Finocchio, Marcello Leto, Gaetano Calafiore

Sabato 28 novembre serata “Onore alla cassettina” con gli Audio tape, quartetto formato da Filippo Cannino (voce e chitarra acustica), Marco Cillari (chitarra acustica), Salvo Compagno (cajon) e Mario Tarsilla (basso acustico), che porteranno un repertorio «degli anni in cui – dice Filippo Cannino – la musicassetta era il centro della musica, ovvero tra il 1963 e il 2000».

Dorian è aperto dalle 19,30. Ingresso dalle 20 con apericena e concerto.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.