fbpx
Sport

Volley, le Liberelle volano e arrivano in B2

Con un netto 3-0, la Liberamente Acicatena batte la Raimondo Lanza Trabia  e approda in B2. Per la prima volta la squadra di Aci Catena approda in un palcoscenico nazionale.

Nella quarantennale storia della pallavolo catenota, mai nessuna squadra, sia del settore femminile sia del maschile, aveva iscritto il proprio nome in una competizione nazionale. Tocca alla Liberamente apporre il proprio “marchio” in B2 dopo aver vinto con merito prima il campionato di Serie C – una sola sconfitta in 20 gare, una sola vittoria al tie-break, quindi solo successi da 3 punti – poi, con autorevolezza, il mini girone d’élite con “Raimondo Lanza Trabia” e “Messina Volley”, cioè le altre due squadre isolane che, al pari della Liberamente, avevano primeggiato nei rispettivi gironi di Serie C, massimo campionato regionale di pallavolo femminile.

Una squadra, quella delle liberelle, che per l’intera stagione si è battuta, Sara Grasso, Mimma Il Grande, Ylenia Musmeci, Liliana Tornello, Roberta Chiesa, Gabriella Ferlito, Nina Gioia, Sara Lavanna, Francesca Principato, Sara Contadino, Natasha Grillo, Gisella Sergi, Nicoletta Lanzafame, Emanuela Savoca e, nella prima parte della stagione, anche Chiara Scandura, guidate da un trepidante Antonio Russo, il direttore sportivo che assieme al resto della società e al tecnico, ha costruito in estate una formazione che fosse, prima di tutto, un “gruppo” di cui andare fieri.

Si stringono in un abbraccio il vice presidente Alfina Scalia, il direttore generale Massimo Di Donfrancesco, il team manager Mario Grasso: i sacrifici di una intera stagione, le ansie, le paure, ma anche i sorrisi e le forti emozioni, hanno adesso la giusta gratificazione.

foto Pierluigi Andronico

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button