fbpx
Sport

Volley Catania, ancora una sconfitta. Ortona vince 3-0

Prestazione mediocre della squadra rossoazzurra al PalaCatania, che rimedia la quinta sconfitta consecutiva in Campionato – cui si aggiunge quella subita in Coppa Italia. Approssimativi in ricezione, troppo fallosi al servizio. Scalare la classifica sarà un’impresa.

Partenza razzo dell’Ortona, Catania resta a guardare

Nonostante alcune defezioni tecniche, l’Ortona si presenta in campo motivata e decisa. Il loro avvio è scioccante, la coppia Christoph Marks e Michael Menicali tra schiacciate e muri fa scappar via gli abruzzesi sul 2-8. Catania prova gradualmente a risalire, spinta soprattutto dagli attacchi di Dusan Bonacic e Federico Reina, tanto da rimontare (9-10). Ortona torna a macinare gioco e strappa nuovamente. La difesa rossoazzurra regge ai vari attacchi, ma è poco efficace sotto rete. Scende a meno 4 fino al 14-18, poi Ortona allunga impietosamente, tra ace al limite e bordate imprendibili. Catania si ferma a 17, gli ospiti avanzano punto dopo punto, fino al discusso 17-24, che accende le proteste dei giocatori e del pubblico: una palla contesa a rete viene assegnata a Ortona; Juan Ignacio Finoli non gradisce e non si dà pace con l’arbitro, che prima lo ammonisce, poi gli sventola in faccia un rosso, che vale il primo set per gli abruzzesi.

Secondo set punto a punto

Non parte bene la squadra di casa, fermata a muro, ma i nostri cominciano a colpire più duramente, conquistando il massimo vantaggio sul 5-3, grazie a un ace di Filippo Porcello. Ortona recupera subito, dopodiché si procede punto a punto. A metà parziale, momento positivo per il nostro alzatore, Finoli, che finge un’alzata, per poi mettere giù la palla, quindi continua a smistare palloni per i compagni, contribuendo pure con un ace. Ortona, però, non si spazientisce e attende il finale per strappare un break decisivo con uno dei suoi migliori, Frantisek Ogurcak, autore dei due punti conclusivi (22-25).

Teniamo il passo, poi la lenta resa

Anche l’ultimo set regala una fase iniziale di sostanziale parità, dove per i nostri colori si mette in luce Cesare Gradi. Eppure a metà qualcosa si rompe nella stabilità del gioco rossoazzurro, troppo falloso al servizio e impreciso in ricezione. Non mancano le contestazioni del pubblico, sia contro alcune giocate, sia contro alcune decisioni degli arbitri, che si spendono nella visione dei replay. Oltre al talento, Ortona gode anche di un pizzico di fortuna su un tocco di Mattia Sorrenti, non proprio elegante, ma che il nastro fa scendere impietosamente sul campo catanese (15-20). Chiude le ostilità Ogurcak, prima con una diagonale, poi subendo l’invasione del nostro muro.

Grande rammarico, dal presidente ai giocatori

Pesanti le parole rilasciate dal presidente Natale Aiello a fine gara: «La società non può accettare una prestazione così deludente». Ammette la differenza in campo anche l’allenatore Mauro Puleo, che parla di manifesta inferiorità rispetto «a tutte le squadre che ci precedono». Il mister ha anche aggiunto: «Dobbiamo lavorare per riprendere il treno perso. Adesso stiamo pagando oltremodo l’assenza di Federico Mazza e nell’ultimo mese e mezzo non ci siamo allenati come avremmo dovuto».

Ai nostri microfoni, il commento di Cesare Gradi, numero 7 della compagine rossoazzurra: «La partita di stasera per noi voleva dire tanto. Volevamo rimetterci in gioco per le prime posizioni, adesso sarà un po’ più difficile, ma non vuol dire che non possiamo farcela. Penseremo una partita alla volta, abbiamo ancora qualche occasione per rientrare tra le prime quattro. Oggi qualche errore di troppo e alcune situazioni gestite male. Abbiamo peccato molto nel servizio, abbiamo rischiato troppo; inoltre, abbiamo concretizzato poco in attacco e siamo stati poco efficaci a muro. Mi dispiace molto perdere 0-3 a casa nostra, finora non c’era riuscito nessuno».

TABELLINO

Elios Messaggerie Catania – Sieco Service Ortona 0-3 (17-25, 22-25, 20-25).

Elios Messaggerie Catania: Finoli 3, Bonacic 9, Reina 3, Gradi 14, Corrado 3, Porcello 4, De Costa (L), Chillemi 0, Pricoco (L), Petrone 0, Toselli 0. N.E. Nicosia, Cuti, Mazza. All. Puleo.

Sieco Service Ortona: Lanci 0, Ogurcak 10, Berardi 3, Marks 17, Sorrenti 10, Menicali 11, Pesare (L), Toscani (L), Fiscon 0, De Waard 0, Sitti 0. N.E. Simoni, Dolfo. All. Lanci.

ARBITRI: Moratti, Jacobacci.
Durata Match: 94′; Durata Set: 29′, 36′, 29′.

Nella Foto di Sabrina Malerba, Cesare Gradi al servizio.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.