fbpx
EditorialeNewsNews in evidenzaPolitica

Voli Catania – Palermo, le nuove armi di distrazione di massa

Bianco convoca Ryanair, Crocetta Alitalia. Obiettivo avere un volo Catania – Palermo. Sarebbe questa, per l’asse democratico Crocetta Bianco, la soluzione del problema. Nessuno che invochi però giustizia e anche le manette se necessario per i responsabili di progetti fallimentari come la Catania Palermo in cui è ormai normale che cedano piloni. Anzi, questo cedimento serve a catalizzare l’opinione pubblica su argomenti da bar mentre la Sicilia vive nell’immobilismo, in tutti i sensi, non solo quello economico.

La tragicommedia si compone anche con l’attore Trenitalia che intensifica i treni “Minuetto” nella tratta monocorsia dei Borboni, ultimi regnanti che hanno dato modernità alla Trinacria. Intanto a la gente parla dell’aereo di Bianco low cost e del volo Alitalia che impiegherebbe 20 minuti proposto da Crocetta. Nessuno però si sofferma sui tagli agli investimenti alla Catania Ragusa, ai tagli che Trenitalia vorrebbe compiere sulla continuità territoriale Messina – Reggio Calabria o tutti hanno già dimenticato il viadotto Verdura il 2 febbraio 2013, lungo la statale 115 che collega Agrigento con Sciacca, in territorio di Ribera. Viadotto che ha collassato. Poi il 7 luglio in contrada Petrulla, Licata (Ag), sulla statale 626 che collega Campobello di Licata, Ravanusa, Canicatti’ le carreggiate di un ponte si piegarono verso il basso a causa di un cedimento strutturale, toccando il fondo da un’altezza di quattro metri. Ma alla vigilia di Natale del 2014 il viadotto Scorciavacche sulla statale Palermo-Agrigento, fu inaugurato e dopo una settimana circa è crollato. Nel febbraio 2015 ancora cedimento del manto stradale a pochi metri dal viadotto crollato.

Intanto il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci si è dimesso, ma lui stesso ha dichiarato che le sue dimissioni non sono dovute a questi crolli. Hanno trovato la testa da tagliare a Roma, perché ogni tanto bisogna tagliarla una testa, giusto per distrarre l’opinione pubblica. Aspettiamo altri viadotti che cederanno, aspettiamo altre soluzioni da bar, aspettiamo che tornino i Borboni.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker