fbpx
CronachePrimo Piano

Acireale. Casa di riposo: “Voglio assumere, ma il centro per l’impiego non lo permette”

Dopo il titolare del distributore che faceva la cresta sulla busta paga dei dipendenti, il rovescio della medaglia. La titolare di una casa di riposo per anziani vuole assumere ma trova enormi difficoltà a rivolgersi al centro per l’impiego di via Maddem, ad Acireale.

Il paradosso.

“A me sembra una cosa allucinante considerato il momento storico che stiamo vivendo. Non c’è lavoro. Nessuno vuole dare lavoro. E chi vorrebbe dare lavoro è ostacolato dal centro per l’impiego che non lo permette”, sbotta la titolare della casa di riposo in terra acese che ci racconta: “Ho una casa di riposo da un po’ di tempo ormai. Da due mesi circa la consulente del lavoro sta cercando di fare un contratto di tirocinio a una signora che vorrei lavorasse da me”.

“L’ufficio per l’impiego di Acireale però non ha numero di telefono quindi non gli puoi telefonare perché il numero riportato sul sito internet è inesistente. La mail certificata ce l’hanno talmente piena che scrivi l’email e torna indietro”, lamenta la titolare. “Ora, dopo un mese e mezzo che la pratica è stata presentata tramite un amico della consulente del lavoro che è di Acireale, siamo riusciti a parlare con un funzionario”.

Praticamente, se non si hanno conoscenze e amicizie dirette, anche mettersi in contatto con il centro per l’impiego per regolarizzare un semplice tirocinio presso la propria struttura diventa una pratica impossibile. Eppure, in questo caso si tratterebbe di una titolare che offre lavoro.

La perdita economica e di tempo per la titolare e per la tirocinante

Un ulteriore elemento demotiva la titolare della casa di riposo acese. “Per potere fare il tirocinio, il datore di lavoro deve stipulare un’assicurazione al tirocinante. Assicurazione che ho fatto a ottobre – prosegue – ma di cui non abbiamo usufruito e che poi si dovrà rinnovare perché chiaramente il tirocinio ha la validità di sei mesi. Ne sono passati già due senza che la tirocinante abbia prestato servizio, quindi ho perso due mesi di polizza… e forse ne perderò tre”.

“Io potevo anche andarci con la tirocinante ma non potendo mettermi in contatto con loro non è possibile fissare un appuntamento. Cioè, una persona potrebbe andare lì con il rischio di non trovare il funzionario, oppure di trovare talmente tanta confusione da perdere una giornata”.

Intanto in Sicilia si continua a registrare un tasso di disoccupazione che supera i record storici.

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button