fbpx
Psiche e SocietàRubriche

Vivere una vita piena attraverso le emozioni

Vivere una vita di qualità. Novembre si apre con Festa dei Morti e ciò ci porta a pensare a chi abbiamo perso e cosa avrebbe fatto se fosse stato con noi. Celebriamo la vita di chi è scomparso, il nostro affetto per loro nonostante l’assenza. Oltre a questo, possiamo anche cogliere l’occasione per pensare a come stiamo trascorrendo il nostro tempo noi che, invece, siamo vivi.

Si parla molto spesso di paura della morte e non di quella di vivere.

Morire è naturale, ma avere il coraggio e la responsabilità di prendere decisioni, cambiare, il così detto “buttarsi”, insomma: vivere, non è poi così scontato.

Nell’immaginario comune non si pensa mai alla propria morte, tipo pensare di poter donare i propri organi e tessuti prima di diventare concime o mangime per i pesci. Tutto ciò accade perché è troppo doloroso pensare alla propria fine e soprattutto quello che lasceremo e ciò che non abbiamo fatto e/o detto.

Confrontarci con questa possibilità significa aprire la porta al cambiamento che sia lavorativo, di città, amicizie o di un compagno/a. Siamo in grado di sostenere un tale cambiamento?

Morire è facile, Vivere è difficile. Molti nel vivere soffrono e la morte viene vista come una consolazione.

“Alcuni rifiutano il prestito della vita per evitare il debito della morte” (Yalom)

Sono persone che evitano di vivere con entusiasmo per paura di una perdita troppo dolorosa. Questo porta ad un freezing, ovvero un congelamento. Le emozioni, i sentimenti vengono come rimbalzati dalla nostra consapevolezza.

Se chiudiamo la porte del sentire non soffriremo per nulla, ma non proveremo neanche emozioni come la gioia per lo stesso motivo.

Chi legge potrebbe pensare: “Non è di me che sta parlando”. Potrebbe essere il contrario. Non ci sarebbe nulla di patologico. Anzi, ammettere di essere deboli ci rende umani.

“Sbagliando si impara”

La cosa bella è che possiamo imparare dai nostri errori, migliorare la nostra vita accettandoci per quello che siamo. Accettandoci per quello che siamo sviluppiamo anche delle capacità che ci permettono di vivere una vita ad alta “frequenza”.

Cosa è una vita ad alta frequenza o per meglio dire una vita piena?

Vivere una vita piena significa essere aperti alle nuove esperienze e sopratutto essere disponibili ad accogliere tutte le nostre emozioni, anche se riguardano la tristezza o la paura. Dare importanza ai propri bisogni, desideri emozioni e sentimenti ci permette di essere pro-attivi al cambiamento e di non essere influenzati dal giudizio degli altri.

Essere gli autori delle nostra vita significa possedere la libertà di fare quello che vogliamo, compatibilmente con le regole della società.

“Cambiamento” in questo caso è sinonimo di aver voglia di migliorare la nostra vita.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker