fbpx
GiudiziariaNeraNewsNews in evidenza

Medico minacciato al Vittorio Emanuele, agente di polizia non interviene

Ennesimo episodio spiacevole al pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele di Catania, dove una dottoressa avrebbe ricevuto minacce dal parente di un paziente a quanto pare non soddisfatto dell’operato del medico. Il fatto, come riportato da lasicilia.it, sarebbe avvenuto in presenza di un agente di polizia che avrebbe evitato di intervenire.

La donna ha presentato denuncia ai carabinieri di Catania, una denuncia che, insieme ad una lettera di accompagnamento, è stata inviata dall’avvocato Goffredo D’Antona al Questore di Catania.

«Tutto sarebbe avvenuto davanti a un operatore di polizia, il quale non interveniva, non procedeva nemmeno all’identificazione dell’autore della gravissima condotta intimidatoria, anzi sembrerebbe che per tutta la durata dell’aggressione rimaneva seduto su uno sgabello limitandosi ad affermare, dopo, che avrebbe potuto sporgere formale querela», scrive il noto penalista.

L’avvocato D’Antona ha poi ribadito la sua preoccupazione «nel verificare comportamenti passivi, per dire omissivi, di chi ha il dovere di tutelare la collettività. Converrà che quanto accaduto è gravissimo perché un medico non ha potuto proseguire tranquillamente il proprio lavoro».

In seguito alla segnalazione il Questore ha disposto accertamenti.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.