fbpx
PoliticaPrimo Piano

Zingaretti segretario del PD. Ma è polemica in Sicilia

Il governatore della regione Lazio Nicola Zingaretti è il nuovo segretario del PD con oltre il 65% delle preferenze. Oltre alla composizione delle liste per la corsa al Parlamento Europeo intende fare ordine interno al partito. Zingaretti vuole incaricare Antonio Misiani, ex tesoriere di Pierluigi Bersani, di verificare i conti in rosso. Step successivo, rimuovere dall’incarico l’attuale tesoriere renziano Francesco Bonifazi.
Interventi mirati anche in Sicilia dove pare voglia rimuovere il segretario regionale Davide Faraone accusato di avere dimezzato i gazebo per le primarie appena concluse.

La polemica siciliana

Il dimezzamento dei gazebo del PD svela anzitutto che l’alta affluenza era solo un appannaggio. Alle 14:30 infatti si registravano circa 32mila partecipanti in Sicilia. Praticamente lo stesso numero di voti portati alle scorse regionali da Luca Sammartino.

“Sorpresa alle primarie del Pd”, esordiva Anthony Barbagallo a sostegno di Zingaretti. “L’affluenza ai gazebo è stata molto superiore alle attese. Alle 13 a Milano e provincia hanno votato oltre 40 mila persone, a Roma 35 mila in Emilia-Romagna 83 mila in Toscana 57 mila: se si paragona questo insieme di dati parziali con le ultime primarie, quelle del 2017 che confermarono Matteo Renzi alla segreteria su Orlando e Emiliano, si può pensare davvero che si superi quella soglia del milione di partecipanti che era data come barra di credibilità per il Partito Democratico. Si potrebbe arrivare addirittura a 1,4 milioni di persone che pagando 2 euro saranno andate a votare per uno dei tre candidati. Il Partito Democratico è vivo, insomma”, scriveva sui social.

Peccato però che ad esprimere la propria preferenza non c’erano solo iscritti al PD e nemmeno aventi diritto al voto se si considera che le primarie sono state aperte anche ai sedicenni. Inoltre, qualcuno pare abbia partecipato per protesta contro le politiche dell’attuale governo. Ex grillini delusi compresi, secondo le testimonianze di alcuni ex militanti che ritornano all’ovile in area PD.

Passioni e complotti

Sembra vivere un ritorno di fiamma politico l’ex segretaria del centro storico di Catania Adele Palazzo. Dopo avere lasciato il partito per sostenere il candidato di centro destra Nello Musumeci alle scorse elezioni regionali, oggi la ritroviamo nuovamente al gazebo del PD. Convintamente.

Il dimezzamento dei gazebo, suggerisce inoltre il tentativo (vano) di boicottare Zingaretti, in particolare nella zona palermitana. Almeno questo è quanto sostiene chi ha appuntato con toni polemici l’andamento delle primarie. Farone del canto suo si difende sostenendo che i gazebo abbiano subito solamente una leggera diminuzione rispetto al passato.

Primarie Pd. Grande Affluenza a Catania. Foto

E allora il PD? Oggi le primarie

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker