Flash newsPolitica

Villari, Raia e Albanella sedotti da Di Maio

Un comunicato dei LaburistiDem pubblicato in serata sta scatenando un acceso dibattito su facebook. I protagonisti di questa che si annuncia come una presa di posizione che farà discutere, sono niente meno che Angelo Villari, Concetta Raia e Luisa Albanella. Il trio, come di consueto in modo congiunto, ha spiazzato i naviganti del web con una nota dedicata al “Decreto Dignità” del Ministro Luigi Di Maio.

Il Decreto Dignità proposto dal ministro Luigi Di Maio è una proposta giusta e il Pd dovrebbe sostenerlo. Un salario minimo orario garantito dalla legge per chi non ha un contratto di lavoro è una vecchia proposta del Partito democratico che Di Maio ha fatto sua, quindi quando c’è una convergenza sui contenuti noi crediamo che si debba sostenere. 

Villari, Raia e Albanella, dunque, superando solide ritrosie nei confronti del M5S, approvano le prime misure annunciate dal leader grillino. Il comunicato ha suscitato tante reazioni, compresa quella del prof. Enrico Iacchello.

“Minchia! A questo punto? Buonaserata, buonaserata. Che bella mascariata. Viva viva i lavoratori e la pluriogloriosa CGIL a 5 stelle dietro le balle, Buonaserata. Cioè mentre il governo pensa di schedare i rom, ci fate un sorrisino a Di Maio? Allibito.”

È proprio vero che il mondo sta cambiando. Sarebbe stato impensabile fino a un anno fa una presa di posizione simile da parte di esponenti del PD del calibro dei tre firmatari del comunicato. Più in generale, sembra che le posizioni del 5 stelle comincino a fare breccia dentro le aree più labour del PD. Segno che, alla fine, le visioni di questi due mondi, se non altro sulle questioni sociali, non sono poi così lontane, anche a giudicare dalle reazioni positive della base piddina al comunicato di LaburistiDem.

(Foto Catania Report)

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.