fbpx
CronacheNewsNews in evidenzaPolitica

Via Ventimiglia degradata, l’assessore Mazzola conferma: “Parcheggio Sostare dopo l’estate”

Catania – “Posso confermare che, dopo il periodo estivo, nella zona abbandonata di via Ventimiglia sorgerà un parcheggio gestito da Sostare”. Lo dichiara all’Urlo l’assessore alle Attività produttive del comune di Angela Mazzola. “Stiamo valutando sul piano tecnico – prosegue Mazzola – due ipotesi: 200 o 400 stalli auto. Vedremo.” La zona in questione è l’ampio slargo di via Ventimiglia all’altezza di via Teocrito, che fino al 2013 ospitava il mercatino domenicale delle pulci.

Oggi l’area è particolarmente degradata, e di notte diventa un albergo di fortuna per senza tetto. Nelle ultime settimane, a Palazzo degli Elefanti, si sono susseguite riunioni operative alla presenza di rappresentanti degli assessorati al Patrimonio ed alla Viabilità (oltre che delle Attività produttive) e della stessa Sostare, la municipalizzata che attualmente gestisce il servizio di parcheggio a pagamento in città. Su precisa domanda, l’assessore Mazzola spiega che non sono ancora state valutate forme di facilitazione per la sosta dei commercianti della zona, ma che verranno valutate con attenzione tutte le iniziative mirate a favorire lo sviluppo economico ed il commercio nel quartiere e più in generale nel centro storico (l’area sorge a pochi passi da corso Sicilia). Per ragioni di prudenza, l’assessore preferisce non esprimersi sulla data esatta in cui verrà aperta la struttura.

Come detto, fino al 2013 i due terreni di via Ventimiglia – di proprietà pubblica – hanno ospitato il mercatino delle pulci, oggi scorporato: una parte si tiene in piazza Dante, l’altra al Porto. Secondo gli esercenti della zona, lo spostamento del mercato e la conseguente degradazione del quartiere sarebbero tra le cause della diminuzione del volume d’affari. “Desertificazione commerciale” è l’espressione utilizzata da alcuni operatori della zona. Rimane invece da chiarire la situazione di un terzo terreno, limitrofo agli altri due e adiacente a corso Sicilia, la cui proprietà è però di un privato. Lasciato a sé stesso da mesi, è divenuto rapidamente ricettacolo di rifiuti e – come sopra – ritrovo e dormitorio per una cinquantina di homeless.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker