fbpx
CronacheNews

Verso il referendum: Contraffatto “l’importante è votare”

Si avvicina il referendum del 17 aprile, e i cittadini dovranno pronunciarsi sull’abrogazione della legge sulle trivellazioni ovvero sulla cancellazione della norma che consente alle società petrolifere di estrarre gas e petrolio entro le 12 miglia marine dalle coste italiane senza limiti di tempo

Dopo gli scandali abbattutisi sul governo Renzi ed in particolare sull’ormai ex ministro Federica Guidi in cui è rimasta coinvolta anche l’ENI, la vittoria del Sì non sembra poi così improvabile.

Oltre le specifiche categorie a tutela dell’ambiente  sono scesi in campo anche taluni professionisti che, costituendo veri e propri comitati, sono in pieno fermento per la raccolta di adesioni a favore del SÌ.

Dichiarazioni si susseguono dai vertici delle associazioni ambiataliste, Legamabiente “La questione è politica e morale”; il WWF “Le servitù estrattive mettono a rischio l’economia e la salute”; Greenpeace rimarca “Le piattaforme interessate dal referendum sono ‘ferri vecchi’ e per di più 3 su 4 non pagano le le royalties“; Fare Verde in una recente intervista all’Urlo mensionava proprio l’ENI, criticando fortemente l’uscita della campagna pubblicitaria a ridosso del referendum.

La Sicilia è una di quelle regioni che non ha chiesto il referendum ma l’assessore regionale all’Energia e ai servizi di pubblica utilità Vania Contraffatto dice la sua all’Urlo in merito al prossimo referendum «Innanzitutto la Regione Siciliana si è sempre impegnata se guardate con attenzione  il sito dell’assessorato sezione energia ci sono una serie di iniziative;  siamo stati coinvolti con il patto dei sindaci per lo sviluppo di tutte le forme di energia alternativa, sono stati finanziati una serie di progetti per sensibilizzare non solo la cittadinanza ma anche per creare dei professionisti,  perche tante sono state le  sinergie con le  università della regione, non  ultimo, stiamo firmando un accordo con i quattro poli universitari siciliani l’Enea e il CNR, proprio per formare ed avere al tempo stesso aiuto da parte della comunità scientifica, nel formare sempre più ingegneri e/o architetti per lo sviluppo dei proggetti che riguardano le energie alternative. Abbiamo predisposto dei fondi per la programmazione, nell’ultima finanziaria, che sono destinati allo sviluppo di tutte le forme del rinnovabile. E’ bene ricordare – sottolinea l’assessore – che le trivellazioni offshore sono di competenza dello Stato, quindi come regione italiana siamo impegnati in prima linea per sensibilizzare la cittadinanza e tutti i siciliani sull’importanza della tutela e della salvaguardia dell’ambiente».

E’ dunque un invito a votare SÌ ?

«È un invito a votare comunque, esercitare il proprio diritto al voto è fondamentale,  SI o NO l’importante è, che chi è chiamato ad espremersi al voto lo faccia, non lasci al qualunquismo e alla rinuncia qualsiasi tipo di decisione, affinché poi non possa dire è stata colpa degli altri».

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker