fbpx
CronachePrimo Piano

Vampolieri Sveglia! Lunedì potrebbero chiudere le strade

Al cantiere si brinda perchè sono cominiciati i lavori ma da lunedì prossimo saranno 5.000 gli abitanti ingabbiati, se come si è orientati, verrà chiuso anche viale Jonio. Lo scenario che si prospetta per la frazione sulla collina è apocalittico.

Cosa comporta ciò? Ci sarà un’unica via per raggiungere Catania, bisognerà arrivare fino a Piazza Reitana, quindi percorrere via Nuova fino ad arrivare in un labirinto di strade di campagne che si ricongiungono anche su via dei Ciclopi che finalmente conduce a Vampolieri nella zona che non è interessata dai lavori, almeno 15 minuti in più di strada. Viabilità in tilt.

I lavori per stabilizzare la collina sono necessari, servono dopo più di un trentennio a mettere in sicurezza Vampolieri, da sempre interessata da fenomeni franosi – storica l’analogia “Vampolieri come Giampilieri” – il punto è che tutto ciò avviene frettolosamente senza tenere conto della sicurezza e delle esigenze delle oltre 5.000 persone che vivono comunque in questa zona.

Nessuna campagna informativa ha preceduto per tempo i cantieri. I container che ospitano gli uffici della ditta appaltante sono stati collocati in una area d’emergenza sismica, al di sotto del supermercato A&O, quando piove – è inverno – le strade diventano impercorribili: ancor di più quella via Nuova che sarà unica via d’uscita da Vampolieri verso Catania, solo un mese addietro durante una pioggia intensa rimasero bloccate in questa strada, per l’acqua alta, 10 macchine con le persone che uscivano dai finestrini degli abitacoli.

La sicurezza ne risentirà pesantemente e il commercio? Qualche negozio potrebbe anche lo stesso supermercato che, valutando benefici e svantaggi, potrebbe decidere di andare a investire in un altro punto vendita. E l’oscurantesimo che per anni ha interessato questa frazione, che fino ad un decennio fà era un quartiere dormitorio dove non esistevano servizi per le tante case, ritornerà. Tempi durissimi per le attività commerciali che dovranno tenersi forti almeno fino a gennaio. Lecrime per la titolare del panificio di fronte il Presint Park Hotel che già da giorni, ovvero da quando hanno chiuso Vampolieri, racconta di buttare chili e chili di pane.

Gli abitanti della collina hanno spiccato sempre per il loro disinteresse verso la cosa pubblica ma oggi sarebbe il caso che di far fronte comune e di tenere conto che non tutto è scontato.

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button