fbpx
Sanitá

Vaccino Anti-Covid, Razza: “Gli scettici? Diffondete le immagini di una terapia intensiva”

«Se dovessi fare una provocazione dovremmo diffondere le immagini di una terapia intensiva e il dolore di tanti familiari che hanno visto andare via i loro parenti».

È quanto affermato dall’assessore regionale alla salute Ruggero Razza oggi al dopolavoro Isab Lukoil, nella zona industriale di Siracusa, per una visita al presidio Uscai, Unità Speciale di Continuità Assistenziale Industriale dell‘Asp di Siracusa.

«Io penso che ci voglia una sensibilizzazione molto forte sulla vaccinazione – ha aggiunto – L’Istituto superiore di sanità sta lavorando ad una campagna scientifica. Sarebbe sbagliato pensare di convincere le persone con la forza. Bisogna che tutti comprendano quanto sia importante riprendere una vita normale. Magari riuscire a levarsi questa mascherina fra qualche mese e riuscire a riabbracciare i propri cari».

A breve al via con la prima fase

«Il piano della vaccinazione è nazionale e La Sicilia, così come le altre regioni, non può andare in ordine sparso», sottolinea l’assessore regionale.

Il Parlamento ha approvato la fase uno che destina il vaccino a tre categorie coinvolte: operatori sanitari, operatori e pazienti delle Rsa e over 80 che in Sicilia sono 350 mila.

«Per le altre fasi della vaccinazione il commissario Arcuri ha convocato una riunione per meglio determinare alcune categorie. Ci saranno le persone autosufficienti -conclude Razza- che potranno essere contattate e le persone non autosufficienti per le quali la vaccinazione dovrà invece avvenire a domicilio».

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button