fbpx
Primo PianoSanitá

Bimbi non vaccinati esclusi dalle lezioni. Sarà corsa ai vaccini?

Chi non ha i vaccini non entrerà in aula. Ufficiale la presa di posizione del governo regionale. Già nelle precedenti settimane, l’assessore Razza aveva dichiarato che la Sicilia avrebbe seguito il decreto Lorenzin e non le linee guida del milleproroghe

Le aziende sanitarie in Sicilia dovranno quindi attenersi alla procedura semplificata e fornire direttamente agli istituti scolastici i dati vaccinali di chi frequenta la scuola dell’obbligo. Sarà invece obbligatorio per l’iscrizione la presentazione del certificato di vaccinazione per i bambini della scuola dell’infanzia.

Lo prevede una circolare dell’assessore regionale alla Sanità in Sicilia, Ruggero Razza, sottolineando che il provvedimento «realizza le direttive del ministero» e annunciando «interventi straordinari per garantire la funzionalità dei centri vaccinali» e per «limitare i disagi delle famiglie in termini di attesa e di rilascio delle certificazioni» con l’incremento del personale.

«Ribadiamo ancora una volta – dice Razza – l’importanza della vaccinazione obbligatoria per i minorenni da zero a sedici anni una misura che in ambito regionale ha consentito un recupero delle percentuali di copertura, sopratutto per i 10 vaccini obbligatori, tale da raggiungere in alcuni casi il 95% degli aventi diritto, valore previsto dai Lea».

Aperture straordinarie degli ambulatori

l’Asp di Catania, ha avviato un progetto specifico orientato sia alla promozione e all’incremento delle vaccinazioni in generale, sia al recupero dei soggetti inadempienti per morbillo e per papilloma-virus.

Il progetto, predisposto per tutto il territorio provinciale e in vista dell’imminente apertura dell’anno scolastico, prevede, fino alla fine del mese di Ottobre, delle aperture straordinarie degli ambulatori di vaccinazione.

Ai genitori dei bambini non vaccinati per morbillo, appartenenti alla coorte dei nati nel 2016, è già stato spedito un invito con appuntamento dedicato.

Così come per l’anno scorso, anche quest’anno il Dipartimento di Prevenzione sta inviando alle scuole della provincia gli elenchi degli alunni non ancora in regola con gli obblighi vaccinali in modo da agevolare gli adempimenti.

DS

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button