fbpx
BeautyBenessereLifeStyleNews in evidenza

Vacanze rilassanti negli agriturismi biologici

La vita moderna ci logora, si potrebbe dire riprendendo una vecchia pubblicità. Lunghe e stressanti giornate lavorative, le nuove tecnologie che sono prepotentemente entrate nelle nostre esistenze, talvolta sostituendosi purtroppo al contatto umano, gli innumerevoli impegni quotidiani da una parte all’altra della città. Spesso arriviamo a fine giornata esausti e l’unica cosa che desideriamo è un po’ di relax sul letto o sul divano.

Per rigenerarsi dalla routine dell’ufficio e ristabilire il proprio equilibrio psicofisico sono sempre più in voga i cosiddetti soggiorni benessere, più o meno brevi vacanze all’insegna di un ambiente sereno e isolato, dove è possibile rilassarsi grazie alla tranquillità alla bellezza della natura, al cibo genuino e alle numerose offerte di relax: dallo yoga ai massaggi rilassanti o energizzanti, dall’escursione in mezzo ai boschi alle lezioni di equitazione. Negli ultimi anni, inoltre, si è andato via via diffondendo il trend del “biologico”. Un numero sempre crescente di italiani si indirizza verso questo stile di vita e cercano di avere un approccio consapevole all’alimentazione, che tenga in considerazione anche l’impatto ambientale delle scelte in fatto di cibo.

È così che la dimensione del benessere ha incontrato quella della gastronomia a km0: le realtà turistiche che offrono questo tipo di vacanza sono in forte espansione. A questo proposito, il portale di viaggi GoEuro ha recentemente pubblicato un’interessante selezione di agriturismi biologici italiani che uniscono il piacere del corpo con quello della mente. Si tratta di una vero e proprio viaggio da nord a sud della penisola alla scoperta di luoghi forse non molto conosciuti ma che meritano di essere visitati.

Tra le strutture selezionate da GoEuro se ne possono trovare alcune che coniugano la cucina tradizionale con quella veg come l’agriturismo “Coroncina” nelle Marche, altre che propongono un soggiorno full immersion nella biodiversità come l’Oasi sensoriale “L’essenza” in Sardegna, altre ancora che offrono la possibilità di vivere l’atmosfera genuina di un antico borgo trasformato in ecovillaggio come Torri Superiore in Liguria. Tutte queste realtà sono legate dal filo rosso del relax e costituiscono la nuova frontiera del turismo sostenibile, un turismo capace di tenere insieme l’esigenza di riconciliarsi con se stessi e la voglia di scoprire una volta di più territori sconosciuti e i cibi tipici del nostro paese.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button