fbpx
Cronache

Usura al produttore cinematografico, fondamentale la sua testimonianza – VIDEO

Usurai fermati grazie alla testimonianza chiave di un produttore cinematografico catanese.

I fatti.

Direttore artistico in campo teatrale, decide di puntare al campo cinematografico. Dopo numerose esperienze all’estero nelle più importanti case di produzione cinematografiche, torna in Italia per svolgere un ruolo di rilievo in una società che opera nel settore della produzione e della distribuzione cinematografica e dell’homevideo.  Responsabile commerciale nazionale della filiale siciliana di una nota casa cinematografica, si propone di  favorire la crescita sociale, culturale ed economica della Sicilia.

Ma qualcosa va storto e finisce in qualcosa di più grande del suo sogno: crisi e usura. Le indagini hanno permesso di appurare che la vittima aveva versato per circa un decennio a Rosario Piacenti e alla madre, Salvatrice Viola, somme di denaro a titolo di interessi oscillanti tra il 5% e il 10% mensile per un totale di circa 600mila euro. L’accordo prevedeva il pagamento di interessi mensili costanti fino alla restituzione della donna concessa.  fronte del prestito di 200mila euro, la vittima avrebbe dovuto versare 11.200 euro mensili, per un totale di 134 mila euro annui.

Il produttore cinematografico, nel 2007, preso dalla disperazione, ha chiesto la mediazione di Franco Raciti, noto esponente del clan Mazzei. La questione però, anziché risolversi, si è ulteriormente aggravata poiché da quel momento l’imprenditore era totalmente assoggettato alla cosca e costretto al pagamento della somma ai rappresentanti della famiglia, Sebastiano Mazzei, Stella e D’Antona.

Gli arresti.

Su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, la Polizia di Stato ha in corso di esecuzione un’ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di 6 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di usura ed estorsioni con l’aggravante mafiosa. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Catania hanno riguardato un giro di usura ed estorsioni in cui sono coinvolti esponenti della famiglia Piacenti e dell’organizzazione mafiosa Mazzei – “Carcagnusi”.

Sono stati arrestati:

  • Rosario Piacenti
  • Salvatrice Viola
  • Sebastiano Mazzei
  • Franco Raciti
  • Lucio Stella
  • Sebastiano D’Antona

Gli arresti sono il risultato dell’attività d’indagine a seguito delle dichiarazioni rilasciate dall’imprenditore, diventato testimone di giustizia. Già dall’aprile 2014 ha denunciato di essere vittima di usura ed estorsione.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.