fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Uomo assassinato a Paternò: la figlia rimane in carcere

Il Gip di Catania, Luigi Barone, ha convalidato l’arresto della 38enne di Paternò, colpevole di aver assassinato il padre lo scorso 19 aprile.

L’omicidio al culmine di una lite

Il cadavere di  Giuseppe Ciancitto  era stato rinvenuto nei pressi di via Catanzaro a Paternò. A seguito di un’ispezione esterna, infatti, pare che il corpo del 78enne assassinato non presentasse lesioni esterni troppo evidenti. Smontata dunque l’ipotesi del cranio frantumato, avanzata appena divulgata la notizia. Secondo una prima ricostruzione, ancora da confermare, pare che la figlia abbia spinto l’uomo al culmine di una lite. L’anziano sarebbe caduto, rimanendo vittima di un infarto al miocardio.

Dopo l’interrogatorio, accolta la richiesta del sostituto procurato di Catania Valentina Botti, il Giudice per le indagini preliminari ha emesso un’ordinanza di custodia cautelate in carcere nei confronti della donna. La figlia è accusata di omicidio preterintenzionale.

E.G.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.