fbpx
CronacheNewsNews in evidenzaUniversità

Unict, studenti vs parcheggiatori abusivi: aumentati i controlli in piazza Dante

Come si ricorderà, negli scorsi giorni a Catania è ritornata prepotentemente alla ribalta la problematica relativa ai parcheggiatori abusivi presenti in molte zone della città. L’episodio che ha evidenziato nuovamente il fenomeno si è verificato la scorsa settimana, quando una signora che aveva messo la macchina in piazza Dante per andare a seguire un seminario nell’antistante facoltà di Lettere e Filosofia, ha rifiutato di pagare il “pedaggio”, subendo così una pesante aggressione verbale da parte di un parcheggiatore abusivo insieme ad alcuni danni alla propria automobile sempre dallo stesso soggetto.

L’episodio, ultimo di una lunga serie in piazza Dante, sembra essere stata la proverbiale goccia che ha fatto traboccare il vaso in maniera definitiva. Infatti, con una serie di video virali lanciati sui social network, un gruppo di studenti universitari guidati dalla promotrice dell’iniziativa Laura Trovato, hanno dichiarato guerra al fenomeno dei parcheggiatori abusivi.

Mentre lo scorso martedì mattina si era già svolta una prima riunione studentesca sulla problematica nel giardino dei novizi dell’ex monastero dei benedettini, ieri si sono registrate alcune novità significative dopo una riunione ufficiale fra gli studenti guidati dalla loro portavoce Laura Trovato e le istituzioni cittadine rappresentate dal vice sindaco di Catania Marco Consoli e da Stefano Sorbino, vice comandante dei locali vigili urbani.

Nell’incontro fra studenti ed istituzioni sono stati diversi gli argomenti di cui si è parlato; ad esempio si è discussa l’idea di ottenere alcune convenzioni a tariffe agevolate con la Sostare e con alcuni parcheggi privati della zona di piazza Dante, in modo tale da favorire tutti coloro che ogni giorno frequentano la zona per motivi di studio o di lavoro. In attesa dello sviluppo di tali iniziative, negli ultimi giorni soprattutto su piazza Dante, sono stati aumentati i controlli delle forze dell’ordine e come sottolineato da Laura Trovato su un post pubblicato sulla pagina facebook Riunione #monasteroabusivo, il prossimo passo quello di “abbellire la piazza con alcune panchine, fontanelle e magari si spera una maggiore cura degli spazi verdi”.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button