fbpx
Università

Unict: no tax area, la metà degli studenti non pagherà tasse l’anno prossimo

L’Ateneo approva misure economiche e nuovi servizi a sostegno degli studenti, come ad esempio, il pagamento di soli 15 euro per l’abbonamento annuale a bus e metro. Il Cda ha approvato, questo pomeriggio, l’estensione della No tax area dalla soglia precedente di 14 mila euro fino a 20 mila euro. La no tax area, ovviamente, si calcolerà sulla base dell’indicatore Isee relativo al nucleo familiare dello studente, così come previsto dalle recenti disposizioni post-Covid del Ministero dell’Università.

“Altri 5 mila studenti saranno esonerati dal pagamento del contributo”

«Dal prossimo anno-spiega il rettore Francesco Priolo- altri cinquemila studenti saranno totalmente esonerati dal pagamento del contributo onnicomprensivo annuale, portando così il numero degli esenti a circa 21 mila, quindi, il 50% del totale degli iscritti».

«È un provvedimento significativo-continua il rettore- che abbatte ancor di più le barriere economiche e sociali per chi sceglie di studiare all’Università di Catania. Inoltre, pagheranno di meno, secondo un criterio graduale, anche gli studenti che appartengono a un nucleo familiare con Isee compreso tra i 20 e i 30 mila euro. Tuttavia, il tetto massimo di contributi per le fasce di reddito più alte, viene leggermente incrementato di 50 euro ma, osserva ancora il rettore, “rimane il più basso in Sicilia e tra i più bassi in Italia”».

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker