fbpx
CronacheNewsUniversità

Unict, guerra ai parcheggiatori abusivi: gli studenti chiedono l’intervento del Rettore

All’Università degli studi di Catania continua a tenere banco la vicenda relativa alla guerra dichiarata dal nutrito gruppo di studenti universitari guidato dalla giovane Laura Trovato nei confronti dei parcheggiatori abusivi di piazza Dante. A tal proposito, nel pomeriggio di ieri nel giardino dei novizi dell’ex monastero dei benedettini di Catania, si è svolta la seconda riunione del gruppo studentesco oramai denominato #monasteroabusivo -#noncisto.

Dall’incontro, che ha visto la partecipazione di una cinquantina di studenti provenienti da diversi corsi di laurea, sono emerse le ultime novità in merito alla vicenda. Intanto, nel corso della riunione, grazie alla testimonianza della studentessa interessata, è emerso un nuovo spiacevole episodio di aggressione avvenuto nei giorni precedenti alla nascita del movimento spontaneo degli studenti contro i parcheggiatori abusivi. Questa volta l’aggressione verbale è stata subita da una studentessa di medicina in visita al dipartimento di lettere e filosofia: la giovane, in seguito ad aver parcheggiato l’automobile in piazza Dante, è stata oggetto di una pesante aggressione verbale fatta di insulti e di minacce per non aver pagato il solito “pedaggio” al parcheggiatore abusivo di turno.

In seguito alla testimonianza fornita dalla studentessa, dalla riunione si sono registrate le ultime novità sulla battaglia iniziata dagli studenti, i quali nelle ultime settimane hanno ottenuto un aumento dei controlli delle forze dell’ordine su piazza Dante. Il dibattito di docenti e studenti universitari riguardo la problematica dei parcheggiatori abusivi presenti in piazza Dante ha favorito la nascita di due correnti di pensiero: coloro che preferiscono pagare il parcheggiatore abusivo e coloro che invece desiderano che sia stabilita una situazione di legalità. La decisione degli studenti è stata così quella di rivolgersi a Giacomo Pignataro, il rettore dell’Università di Catania che non ha ancora preso una posizione ufficiale sulla vicenda.

Al Rettore Pignataro gli studenti chiedono un appoggio istituzionale affinchè venga sollecitata la realizzazione delle proposte presentate al Comune di Catania, soprattutto per quanto riguarda le tariffe con abbonamenti a tassi agevolati con la Sostare e con i parcheggi privati della zona, entrambe iniziative rivolte a tutti coloro che per motivi di lavoro o di studio frequentano quotidianamente la zona di piazza Dante.

Nelle prossime settimane potrebbe essere fissato un incontro fra il rettore Pignataro ed una rappresentanza di studenti, i quali presenteranno al massimo dirigente dell’Ateneo catanese una raccolta firme ed una relazione scritta sulla problematica dei parcheggiatori abusivi. Riguardo l’obiettivo di raccogliere più firme possibili e per fare un nuovo punto della situazione, gli studenti si riuniranno durante la prossima settimana.

Resta in piedi l’idea della pedonalizzazione di piazza Dante, una proposta su cui il Comune di Catania ha già un progetto che non avrà tempi brevi di attuazione. Intanto, in attesa di novità significative su questo fronte, prende sempre più corpo l’idea di un primo passo, ovvero quello di mettere dei paletti in piazza Dante per non far passare le automobili, una proposta che potrebbe essere realizzata subito dopo la definizione delle nuove tariffe agevolate con la Sostare e con i parcheggi privati ubicati attorno al quartiere di piazza Dante.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button