fbpx
Università

Unict: conferenza asse Catania-Brasile tra modernità e pandemia

La conferenza, dal titolo “Il Brasile, la modernità e la pandemia: riflessioni di uno storico del diritto”, ha registrato la presenza online di oltre 100 studenti affascinati dal percorso intellettuale del docente e dalle sue riflessioni storico-critiche intorno al Brasile contemporaneo. Ospite il Professore Ricardo Marcelo Fonseca, rettore dell’Università Federale del Paraná, su invito del Prof. Francesco Migliorino, titolare del corso e ordinario di Storia del Diritto medievale e moderno al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania.

Il profilo accademico dell’ospite, come ricordato dal Prof. Migliorino, si caratterizza per «la passione civile
in difesa dell’istruzione pubblica e della sua missione emancipatrice, contro ogni forma di discriminazione sociale, economica e di genere». Inoltre, l’intervento del Prof. Fonseca ha posto la questione tra le mitologie della modernità e il loro impatto in una realtà brasiliana che, “altra” per il suo passato coloniale, è oggi impegnata ad affrontare nuove sfide democratiche.

In apertura del seminario, si segnala l’intervento delRettore dell’Università di Catania, Francesco Priolo per dare il benvenuto all’illustre ospite e a evidenziare gli effetti della pandemia e l’impegno dell’Ateneo durante
la prima fase dell’emergenza.

Il Brasile nella morsa del Covid e della negazione dei diritti costituzionali.

«In questo momento- spiega Fonseca- il Brasile da una parte è coinvolto nella lotta al Covid-19, in una situazione di aggravamento della pandemia, e dall’altra si trova a fronteggiare una situazione di negazione, da parte di tante autorità pubbliche brasiliane, dei diritti e delle garanzie costituzionali, della scienza e del valore stesso della vita».

«Nel nostro contesto- continua il Rettore dell’Università Federale del Paranà- la lotta per la ragione, per le libertà e per la civilizzazione deve essere continua e non deve mai abbassare la guardia. Anche se non sappiamo
come finirà, noi continueremo a lottare, non ci fermeremo e la retorica degli scienziati, dei giuristi e degli
uomini pubblici in questo contesto si rende sempre più necessaria».

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker