fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Unict, benedettini: dopo le lauree giardino esterno diviene un “porcile” – FOTO –

Catania – L’arrivo della primavera per molti studenti universitari coincide con il momento tanto atteso della laurea, prestigioso titolo di studio che rappresenta la fine di un percorso formativo, ma anche l’inizio di una nuova vita nel sempre più complicato mondo del lavoro odierno. L’Università degli studi di Catania non fa eccezione tanto che nei giorni scorsi si sono tenute le cerimonie di laurea in diversi dipartimenti.

E’ risaputo che il traguardo della laurea rappresenta un’occasione di festeggiamento per lo studente, il quale solitamente dopo l’atto di proclamazione si intrattiene con parenti ed amici per un momento conviviale spesso fatto di foto, brindisi, dolcetti e tanta felicità.

Nulla di strano finora poichè resta indiscutibile il diritto di uno studente di festeggiare la laurea con parenti ed amici. Tuttavia, come documentato dalle nostre fotografie scattate ieri mattina nel giardino dei novizi dell’ex Monastero dei Benedettini, sembra che gli studenti neolaureati ed i loro conoscenti abbiano improvvisamente dimenticato il rispetto e la pulizia dei luoghi.

Lo scenario che si presenta ai visitatori dopo le lauree è quanto meno indecoroso: sacchi della spazzatura pieni e non ancora portati via, bottiglie di spumante abbandonate con i bicchieri ed infine stelle filanti o cartacce gettate per terra. Insomma, più che dei neo dottori con i propri conoscenti festanti, pare che dal giardino dei novizi siano passati dei vichinghi. Ancora una volta sono risultate inutili le circolari del dipartimento di Lettere e Filosofia riguardo il mantenimento della pulizia dei luoghi in occasione delle lauree.

L’ex monastero dei benedettini, patrimonio Unesco ed indiscutibile simbolo della città di Catania ogni giorno frequentato da centinaia di persone fra studenti e turisti, viene quindi sporcato in uno dei suoi angoli più suggestivi a causa della mancanza di senso civico della gente.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker