fbpx
Sport

Una ripresa super in uno stadio da A. Il Catania batte il Trapani (3-1)

Lodi (doppietta) e Marotta in grande spolvero. La squadra di Sottil vince il big-match del Cibali

Il Catania si riscatta dopo il mezzo passo falso contro la Casertana. Davanti a quasi 13mila spettatori, i rossazzurri di Sottil vincono per 3-1 il big match contro il Trapani.

Primo tempo ricco di emozioni nel quale la squadra ospite avrebbe meritato di più: sbaglia un rigore con Evacuo, sfiora il gol in altre due occasioni, dimostra una condizione psicofisica invidiabile, arrivando sempre prima sul pallone e sovrastando in mediana la squadra di casa.

Il Catania si affida ai singoli e con Marotta (Dini bravo nell’occasione) e Angiulli (traversa piena dalla distanza) sfiora il gol.

Nella ripresa, però, cambia tutto.

Nell’intervallo Sottil sprona i suoi che entrano in campo indemoniati. Il Trapani è tramortito dall’inizio super dei rossazzurri e in cinque minuti si trova sotto di due reti: il rigore di Lodi, la rete di Marotta (che si riscatta dopo due errori gravi con Casertana e Trapani), il Massimino impazzisce, i granata vacillano.

Non è sazio il Catania e trova anche il terzo gol ancora Lodi, per l’ennesima volta migliore in campo tra le fila degli etnei.

Dopo il gol del 3-0, il Trapani si scuote e accorcia le distanza con Gulfo, prova la reazione d’orgoglio, ma il Catania resiste e alla fine conquista un successo fondamentale per mettere a tacere le prime critiche e tornare in carreggiata sempre più vicina alla prima posizione.

Il Trapani torna a casa ancora primo in classifica, con la consapevolezza che, a parte il black-out di inizio ripresa, può giocarsela alla pari con il Catania. Ne vedremo delle belle fino a maggio.

TOP&FLOP

TOP

Francesco Lodi – Illumina la serata del Massimino con passaggi illuminanti, due gol e tanta corsa. Il numero 10 festeggia nel migliore dei modi le 150 partite con la maglia del Catania (traguardo, in realtà, raggiunto contro la Casertana

Joel Baraye – Il terzino sinistro ha grandi mezzi fisici, ma deve ancora migliorare in fase offensiva. Ingenuo in occasione del rigore del Trapani, non si riprende più. Sottil decide, per scelta tecnica, di cambiare dopo il primo tempo.

CATANIA-TRAPANI 3-1
MARCATORI: 47′ Lodi su rigore, 50′ Marotta, 62′ Lodi, 71′ Golfo
CATANIA (4-2-3-1): Pisseri, Ciancio, Aya, Silvestri, Baraye (dal 46′ Calapai), Rizzo (dal 32′ Biagianti), Angiulli (dal 77′ Bucolo), Barisic (dal 61′ Vassallo) , Lodi, Manneh, Marotta (dal 77′ Curiale). Allenatore: Sottil.
TRAPANI (4-3-3): Dini; Scrugli, Pagliarulo, Mulè, Ramos; Costa Ferreira (dal 61′ Toscano), Taugordeau, Corapi; Golfo, Evacuo (dal 80′ Dambros), Tulli (dal 61′ Nzola). Allenatore: Italiano.
ARBITRO: Amabile della sezione di Vicenza.
AMMONITO: Silvestri, Vassallo.
ESPULSO: 90′ Vassallo

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button