CronacheNeraPrimo Piano

Un grande terremoto a Catania. Feriti e danni. Chiusa l’autostrada. Foto e video

Alle 3.20 circa un terremoto di magnitudo 4.8 ha scosso Catania e i suoi comuni.

L’epicentro del sisma si è registrato a due chilometri da Viagrande ad una profondità di 1 Km circa. Le scosse di terremoto nella zona vanno avanti dal 24 dicembre da quando si è verificato il parossismo dell’Etna.

Moltissime le persone che si sono riversate in strada, ci sono feriti. I vigili del fuoco hanno estratto il parroco dalle macerie della canonica della chiesa di Pennisi.

Sprofonda la strada che collega a Santa Maria La Stella frazione di Aci Sant’Antonio.

Nel frattempo sull’Etna si apre un nuova bocca.

11 terremoti nel catanese dalla mezzanotte

Centinaia di chiamate al 118 per malori dovuti al panico.

Si fa la conta dei danni nelle case e negli edifici pubblici.

Fleri al momento sembra la zona più colpita. 

A Santa Venerina, invece, crollo di calcinacci e di una statua della Madonna del campanile della chiesa del Sacro Cuore.

 

Fleri
Chiesa del Sacro Cuore a Santa Venerina.
macchine in fila zona Tupparello Acireale

 

 

 

“Siamo vivi per miracolo”

“Siamo vivi per miracolo”, ripete una famiglia di 4 persone – madre, padre e due figli minori – dopo che le pareti della loro casa sono crollate per il sisma di magnitudo 4.8 nella notte a nord di Catania. Sono feriti in maniera lieve: escoriazioni e un po’ di sangue. “Eravamo a letto – ricostruisce il capo famiglia -, ci siamo svegliati di soprassalto e visto le pareti crollarci addosso. Per fortuna i mobili ci hanno protetti dalle macerie: siamo vivi per miracolo”.

 

Danni in una casa a Linera.
Ph Vincenzo Pulvirenti
Danni in una casa a Linera.
Ph Vincenzo Pulvirenti
Danni in una casa a Linera.
Ph Vincenzo Pulvirenti

 

 

 

la strada che collega Sanata Venerina a Zafferana PH Vincenzo Pulvirenti

 

Chiusa l’autostrada

È stato chiuso precauzionalmente al traffico un tratto dell’autostrada Catania-Messina, la A18, per la presenza di “lesioni” sospette sull’asfalto createsi dopo il terremoto di magnitudo 4.8 sull’Etna.

Il blocco si registra tra i caselli di Acireale e Giarre.

L’eventuale riapertura sarà decisa dopo sopralluoghi e verifiche su sicurezza e stabilità del tratto autostradale al momento chiuso al traffico.

Sciame sismico dalla vigilia di Natale

Uno sciame sismico con oltre 200 scosse, una nube di cenere visibile da decine di chilometri di distanza. Tre bocche su cinque in attività, una o più nuove fratture sul fianco della montagna. L’Etna si era risvegliato alla vigilia di Natale, anche se la nuova attività non sembra destare preoccupazione particolare tra gli esperti: l’allerta resta ferma sul giallo, il livello più basso e, se non interverranno situazioni nuove nelle prossime ore, non sarà innalzata. Dalle ore 13 l’aeroporto di Catania è tornato operativo con riapertura di tutti i settori dello spazio aereo. Le ultime due scosse in territorio etneo di magnitudo 3.4 a Biancavilla e 2.5 a Adrano.

L’attività sul vulcano attivo più alto d’Europa era cominciata poco prima delle 9 del 24 dicembre. Gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) che monitorano la montagna 24 ore su 24 avevano registrato oltre 130 scosse sismiche in poco più di tre ore.

L’intervento del Capo Dipartimento della Protezione Civile

A seguito dell’evento sismico di questa notte di ML 4.8, il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, accompagnato da un team di esperti del Dipartimento è in partenza per la Sicilia per fare un punto della situazione sui danni provocati dallo sciame sismico che in queste ore sta interessando l’area etnea.

Dopo un sorvolo dell’area colpita, Borrelli incontrerà le autorità locali presso la Prefettura di Catania per pianificare gli interventi di assistenza alla popolazione e di verifica dell’agibilità degli edifici.

Inoltre, Claudio Sammartino ha convocato il Centro coordinamento soccorsi.

L’allerta.

Ieri, a seguito dell’intensa attività stromboliana congiunta a quella etnea, il livello di allerta era stato alzato da verde a giallo.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.