fbpx
Sport

Un convincente Acireale supera per 3-0 il Modica

L’Acireale del nuovo corso targato mister Anastasi continua a marciare spedito verso i play off. Dopo aver superato domenica scorsa il Milazzo, oggi pomeriggio i granata fra le mura amiche dello stadio “Tupparello” hanno battuto senza eccessivi affanni il Modica con un netto 3-0. La gara non è stata quasi mai in discussione: dopo aver trovato il vantaggio con un rigore segnato dal solito Contino al 40′, l’Acireale nel secondo tempo ha sigillato il meritato successo con le reti di Caputa e Conti.

L’Acireale confusionario dell’era Raciti spesso legato solo alle giocate dei singoli, ha lasciato il posto ad una squadra molto più convincente con una chiara impronta tattica e con buone idee di gioco collettivo: in breve tempo mister Anastasi ha saputo ricompattare mentalmente e tatticamente una squadra che due settimane fa sembrava morta calcisticamente. A tal proposito, le due vittorie consecutive in altrettante uscite dell’era Anastasi non sono arrivate per caso.

I risultati dagli altri campi sorridono ai granata: basti pensare che grazie a questa affermazione l’Acireale sale al terzo posto con 52 punti, a braccetto con il Rocca Capri Leone ed ad una sola lunghezza dal Troina secondo. In graduatoria gli acesi hanno in ordine hanno scavalcato la Sicula Leonzio, bloccata sull’1-1 a Rosolini, e lo Sporting Taormina che ha perso per 0-1 in casa contro l’Atletico Catania.

Primo tempo Complice la pioggia della mattinata che ha bagnato e reso ulteriormente indecoroso un terreno di gioco già lacunoso in condizioni di asciutto, l’Acireale nei primi minuti stenda a prendere le misure ad un Modica ben messo in campo con quasi tutti i calciatori schierati dietro la linea della palla in fase difensiva. L’Acireale dimostra una sterile supremazia riguardo il gioco ed il possesso palla, ma i granata inizialmente faticano e non trovano l’imbucata vincente. Il primo sussulto della contesa arriva al 11′ ad opera del Modica: il numero quattro Valerio su punizione impegna Arcoria con un tiro debole e centrale. Con il passare dei minuti la pressione dell’Acireale si fa sempre più decisa e costante: basti pensare che i granata evidenziano la propria superiorità tecnica contro un mediocre Modica che certamente non occupa il terz’ultimo posto in classifica per caso. Al 22′ bisogna così annotare la prima occasione da rete dell’Acireale: Cocimano si libera al tiro, ma la sua conclusione dal limite dell’area viene smanacciata in corner da Di Martino. Gli acesi hanno in mano il pallino del gioco ed al 33′ Millesi sfiora il vantaggio su un calcio di punizione decentrato sulla destra; il numero dieci lascia partire una violenta conclusione deviata in corner dal portiere avversario. Tre minuti più tardi l’Acireale costruisce un’altra limpida occasione da rete: su assist di Cocimano, Contino da ottima posizione spara incredibilmente a lato. Il gol dell’Acireale è nell’aria e l’1-0 granata arriva al 40′: Cocimano lanciato palla a piede viene atterrato dal portiere avversario e l’arbitro concede il calcio di rigore, assegnando anche l’ammonizione all’estremo difensore modicano. Dal dischetto si presenta il bomber Contino che di destro spiazza il portiere e segna l’undicesimo gol in campionato. Sul rigore trasformato da Contino si  chiude il  primo tempo con l’Acireale meritatamente in vantaggio.

Secondo tempo Il copione della sfida non cambia. L’Acireale con grande determinazione continua a dominare la gara e sfiora il raddoppio al 58′ con Caputa; l’esterno granata riceve un invitante verticalizzazione da Contino, ma da breve distanza manda il pallone di poco a lato con un diagonale di destro. Qualche istante dopo gli acesi vanno ancora vicini al 2-0, ma Di Martino è bravo ad opporsi al tiro a botta sicura di Contino. La partita sembra non avere storia, ma al 65′ l’Acireale fa correre un brivido ai propri tifosi: su punizione di Valerio R., Millesi rischia il clamoroso autogol con una maldestra deviazione che finisce di poco sul fondo dato che la sfera termina in corner. Passato il momento di lieve appannamento, l’Acireale riprende a macinare gioco ed a produrre interessanti trame offensive. Al 72′ c’è il 2-0 degli acesi che chiude virtualmente la contesa: su un  preciso lancio di Arena, Caputa entra in area ed in totale solitudine trafigge il portiere ospite con una conclusione di destro. Per l’esterno offensivo ex Leonfortese si tratta del settimo gol in campionato da dicembre ad ora. Incassato il raddoppio avversario il Modica è al tappeto in modo definitivo, un dettaglio che favorisce un Acireale che negli ultimi minuti regala sprazzi di bel calcio con fraseggi veloci ed efficaci. Al 86′ ecco così il 3-0 confezionato dai due neo entrati: su azione insistita del giovane Di Mauro, il pallone dopo esser stato intercettato da un difensore, finisce sui piedi di Conti che con un preciso tiro dal limite dell’area fulmina un incolpevole Di Martino per il suo terzo gol in campionato. L’Acireale gioca con grande tranquillità ed i granata nel finale sfiorano il 4-0 in un paio di circostanze come al 91′, quando Di Mauro non riesce a ribadire in rete una respinta corta del portiere modicano. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro decreta la fine delle ostilità con l’Acireale che vince e convince; i granata proseguono nel modo migliore la propria marcia verso i play off.

Tabellino

Acireale-Modica 3-0 (1-0 al primo tempo)

Acireale (4-3-3): Arcoria, Godino (87’Franchina), Vittorio, Arena, Zappalà, Cocuzza, Caputa (73’Conti), Tosto (73’Di Mauro), Contino, Millesi, Cocimano. In panchina: Di Benedetto, Santitto, Bellino, Giulio. Allenatore: Cantone (Anastasi squalificato).

Modica (5-4-1): Di Martino, Marchese, Gennaro (59’Valerio K.), Valerio R., Guarino, Cavarra, Corso, Fiore, Elissauoi (82’Vaccaro), Elamraoui, Occhipinti. In panchina: Sammatrici, Puccia, Pellegrin. Allenatore: De Santis.

Marcatori: 40’Contino, 72’Caputa, 86’Conti.

Arbitro: Gangi di Enna. Assistenti: Visalli e Chillè, entrambi di Messina.

Note: ammoniti: Millesi e Tosto (Aci). Di Martino e Cavarra (Mod). Calci d’angolo: 8-1 per l’Acireale. Spettatori: circa quattrocento.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button