fbpx
Sport

Un buon Acireale perde immeritatamente a Taormina per 1-0

Si interrompe bruscamente allo stadio “Valerio Bacigalupo” di Taormina la striscia positiva di tre vittorie consecutive dell’Acireale. I granata di mister Raciti perdono per 1-0 l’incontro odierno valido per la 22^ giornata del campionato di Eccellenza girone B ed in virtù della vittoria dell’Igea Virtus sull’Atletico Catania, gli acesi scivolano ad otto punti dai barcellonesi primi in classifica. Con questa sconfitta l’Acireale perde la seconda posizione ed i granata adesso si trovano in quarta piazza in condominio con il Rocca Capri Leone con 43 punti. Mentre con questo successo lo Sporting Taormina supera proprio l’Acireale ed i biancazzurri di mister Coppa salgono a quota 44 lunghezze a pari merito con la Sicula Leonzio.

La gara di Taormina è stata particolarmente aperta ed equilibrata tanto che il risultato di parità sarebbe sembrato il punteggio più giusto per quanto visto sul campo nel corso dei novanta minuti. Entrambe le squadre hanno creato delle chiare occasioni da rete, ma l’Acireale ha pagato a caro prezzo l’antica regola non scritta del gioco del calcio: gol mancato, gol subito. Gli acesi hanno infatti incassato il vantaggio avversario nel primo vero affondo dello Sporting Taormina nella ripresa.

Il risultato non premia la buona prestazione fornita da un Acireale capace di costruire diverse opportunità da rete, ma poco lucido in fase di concretizzazione. Tuttavia, se può servire come magra consolazione di una giornata negativa, fra le sconfitte stagionali della squadra di Raciti questa è sicuramente quella più immeritata.

Primo tempo Spinti dal tifo e dal calore degli oltre duecento sostenitori venuti da Acireale, i granata scendono in campo concentrati ed aggressivi: nei primi minuti gli acesi hanno una leggera superiorità territoriale, ma lo Sporting Taormina tiene bene il campo e risponde colpo su colpo. Il primo brivido della gara è di marca acese, ma Conti con un tiro da fuori area manda il pallone di poco alto sopra la traversa. Un minuto dopo i taorminesi rispondono con Gallo che scalda i guanti di Arcoria con un tiro da breve distanza. Come accennato in precedenza, la contesa è molto equilibrata e si registrano azioni da una parte e dall’altra, però al 15′ bisogna annotare le vibranti proteste dei biancazzurri di casa per un rigore non concesso in seguito ad un contrasto fra il difensore Zappalà e l’attaccante Nicolosi. L’incontro è piacevole, ma allo stesso tempo vede anche dei momenti di nervosismo ed al 24′ sono Conti e Gallo a pagare con un’ammonizione a testa un parapiglia che si era scatenato. Al 27′ lo Sporting Taormina sfiora il vantaggio con Ancione, ma Arcoria si oppone bene al tiro a giro dal limite dell’area del numero dieci. Al 34′ l’Acireale spreca una delle occasioni da rete costruite in questa partita: Conti fornisce un bel pallone a Cocimano che da posizione favorevole spedisce di poco alto il “cuoio”. Al 40′ ci sono nuovamente scaramucce in campo: in seguito ad un contrasto di gioco Cocimano resta a terra dolorante, l’arbitro lascia correre, il Taormina non butta fuori il pallone come si usa fare in questi casi e su azione di contropiede Orlando spara alto. Il calciatore acese viene medicato dai sanitari fra le proteste dei calciatori granata. Al 45′ esatto lo Sporting Taormina va vicino al gol, ma Emanuele da breve distanza capitalizza malamente una rapida azione di contropiede. Il primo tempo sembra finire in tranquillità, ma allo scadere dell’unico minuto di recupero l’Acireale si rende pericolosissimo con Conti che sbaglia un rigore in movimento: su sponda di Contino, il numero otto forse per la troppa sicurezza di segnare, da distanza ravvicinata manda clamorosamente il pallone a lato. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Secondo tempo Nella ripresa l’Acireale cerca di imporre il proprio gioco contro uno Sporting Taormina ben disposto in campo e sempre pronto a colpire con veloci capovolgimenti di fronte. Al 49′ l’acese Conti su punizione impegna Gulisano in un’uscita con i pugni, mentre al 62′ l’arbitro lascia correre su un contrasto in area acese fra Zappalà ed Urso. Pochi istanti più tardi l’Acireale va nuovamente vicinissimo il vantaggio: dopo una travolgente azione personale il neoentrato Caputa, si libera al tiro, ma la sua violenta botta da fuori area, la quale forse è stata toccata lievemente dal portiere, si stampa sulla traversa. L’Acireale cerca l’imbucata giusta, ma al 72′ lo Sporting Taormina passa in vantaggio in maniera sorprendente: dal vertice sinistro dell’area acese il terzino Urso mette in mezzo un pallone che viene corretto in rete da Emanuele, il quale in corsa da pochi passi deposita di destro la sfera in rete per l’1-0. Incassato lo svantaggio, l’Acireale dopo alcuni minuti di spaesamento cerca di reagire ed all’84’ i granata sfiorano il pareggio: su assist di Conti, il neoentrato Bellino si libera al tiro, ma la sua botta destinata in porta viene deviata in corner da un difensore. Un minuto dopo l’Acireale protesta per un rigore non concesso in seguito all’atterramento di Caputa in area taorminese. Lo Sporting Taormina contiene con ordine le iniziative di un Acireale che, seppur in maniera confusionaria, prova in qualche modo a raddrizzare la contesa, riversandosi in massa in attacco. In virtù di un risultato ancora in bilico, i minuti di recupero sono di grande palpitazione ed al 94′ , l’Acireale va vicinissima ad un pareggio che sarebbe stato meritato: dal limite dell’area Zappalà si coordina per una rovesciata, ma la sua spettacolare conclusione viene deviata in corner dal portiere. Finisce in questo modo la partita: l’Acireale esce sconfitto fra la delusione dei suoi tifosi, mentre lo Sporting Taormina porta a casa una vittoria pesante. Alla fine delle ostilità da segnalare il confronto fra i tifosi acese organizzati e la squadra.

Tabellino

Sporting Taormina-Acireale 1-0 (0-0 al primo tempo)

Sporting Taormina (4-4-2): Gulisano, Abate, Urso O., Puglia, Orlando, Trovato, Emanuele, Mannino, Nicolosi (81’Marziale), Ancione (90’Famà), Gallo (63’Giannaula). In panchina: Saia, Urso U., Rapisarda, Battaglia. Allenatore: Marco Coppa.

Acireale (4-3-3): Arcoria, Franchina (51’Caputa), Cacciola, Arena, Zappalà, Iorfida, Millesi, Conti, Contino, Cocimano (74’Bellino), Di Mauro (51’Santitto). In panchina: Di Benedetto, Vittorio, Godino, Gatto. Allenatore: Ezio Raciti.

Marcatore: 72′ Emanuele.

Arbitro: Paolo Armando Mulas di Sassari. Assistenti: Paolo Spadaro e Giuseppe Cirnigliaro, entrambi di Ragusa.

Note: ammoniti: Puglia e Gatto (Tao). Arena, Zappalà e Conti (Aci). Calci d’angolo: 3-4 per l’Acireale. Spettatori: circa cinquecento, di cui la metà provenienti da Acireale.

Fonte foto: pagina facebook ufficiale dell’Acireale Calcio.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button