fbpx
Sport

Un brutto Giarre si arrende al Rosolini: i gialloblu perdono 0-1

Nell’anticipo valido per la settima giornata del campionato di Eccellenza girone B giocato ieri pomeriggio allo stadio “Regionale” di Giarre, i gialloblu padroni di casa perdono per 0-1 contro il Rosolini. Rispetto alla convincente vittoria di una settimana fa contro l’ex capolista Rocca Capri Leone, per il Giarre la sconfitta di ieri rappresenta senza dubbio un evidente passo indietro sul piano del gioco e dell’atteggiamento. Si è visto quindi un Giarre autore complessivamente di una prestazione opaca, confusa in fase di costruzione del gioco, poco incisiva in avanti e con una cattiveria agonistica da rivedere.

Al contrario dei locali giarresi, già dai primi minuti di gioco, il Rosolini è sceso in campo con una convinzione maggiore; i siracusani hanno giocato a viso aperto costruendo diverse chiare occasioni da rete, facendo inoltre un’ottima prestazione sul piano dell’agonismo e dell’aggressività. Nel bilancio globale dell’incontro, il Rosolini ha meritato la vittoria contro un Giarre che dovrà lavorare parecchio per ritrovare risultati positivi.

In attesa delle partite odierne, con questo successo il Rosolini sale a quota dieci punti in classifica, scavalcando proprio il Giarre che resta fermo ad otto lunghezze. Mentre con questa vittoria il Rosolini si avvicina alla zona play off, il Giarre rischia concretamente di essere coinvolto di nuovo nella lotta per evitare i play out.

Primo tempo Come anticipato prima, il Rosolini scende in campo con una maggiore convinzione e con un’intensità di gioco superiore; i siracusani con grande aggressività cercano di imporsi ed al 2′ sfiorano il vantaggio con Ricca, il quale da brevissima distanza manda sulla traversa una respinta di Trovato sulla punizione battuta da Martines. Il Giarre sbaglia l’approccio alla partita; i gialloblu si dimostrano troppo timorosi e con le idee confuse, ma all’11’ costruiscono un’interessante occasione da rete con Leotta che, su assist di Monte, impegna Fornoni in una respinta. Chiusa questa parentesi, il Rosolini continua a farsi preferire sul piano della superiorità territoriale, del possesso palla e dell’aggressività ed al 26′ i siracusani trovano il vantaggio su un calcio di punizione battuto dai venti metri; sulla lunetta dell’area di rigore giarrese si presenta Melluzzo che lascia partire una bordata che scavalca la barriera, prima di insaccarsi in rete, lasciando immobile il portiere Trovato. La reazione del Giarre arriva al 32′, quando su assist di Trovato S., il bomber Aleo da posizione molto favorevole non inquadra lo specchio della porta. E’ questo l’ultimo sussulto del primo tempo con le due squadre che vanno al riposo sullo 0-1 per gli ospiti.

Secondo tempo Le aspettative di chi pensava un cambio di passo da parte del Giarre vengono deluse e la ripresa prosegue con lo stesso copione del primo tempo. Già al 50′ il Rosolini si rende pericoloso con una punizione di Martines che costringe il portiere locale a rifugiarsi in corner. Il Giarre continua ad essere poco concentrato ed il Rosolini al 58′ sfiora il raddoppio; sempre sugli sviluppi di un calcio piazzato di Martines, Costa di testa svetta più in alto di tutti e costringe Trovato a salvare la propria porta con un miracoloso colpo di reni. Il Giarre non riesce a rendersi pericoloso contro un Rosolini che si dimostra un collettivo molto più compatto, organizzato in fase difensiva, aggressivo e corto tatticamente, tanto da non concedere spazi ad un Giarre davvero irriconoscibile in confronto alle proprie reali potenzialità. A proposito di aggressività e di foga agonistica apparsa eccessiva in alcune circostanze, soprattutto nel secondo tempo, bisogna annotare il gioco duro degli ospiti, autori di alcuni falli ai limiti del regolamento, i quali non vengono sanzionati dall’arbitro con i dovuti provvedimenti disciplinari. Tuttavia, la partita pur essendo maschia soprattutto in virtù dell’atteggiamento degli ospiti, si mantiene sui binari di una accettabile correttezza. Il Giarre in maniera confusionaria prova a pungere in attacco in cerca del pareggio, ma non riesce a fare breccia nell’ordinata linea difensiva ospite che respinge puntualmente e senza difficoltà ogni tentativo dei locali, i quali riescono a costruire solo un’opportunità degna di nota al 73′; su un preciso cross di Curcuruto, il numero undici Monte prova a coordinarsi per una sforbiciata al volo, ma sbaglia l’impatto con la sfera ed il suo tentativo termina a lato. Il Rosolini gestisce bene la partita ed imbriglia il Giarre che rischia ancora di subire il raddoppio al 86′, quando il granata ospite Failla colpisce la traversa con un tiro dal limite dell’area. Su questo episodio si chiude il racconto della partita che vede un finale senza particolari sussulti; il Rosolini si dimostra una squadra molto ostica e vince contro un Giarre che nei prossimi giorni dovrà lavorare parecchio per riordinare le idee sia dal punto di vista tecnico-tattico che per quanto riguarda l’aspetto mentale di approccio alle partite.

Tabellino

Giarre-Rosolini 0-1

Giarre: Trovato R., Curcuruto (87’Russo), Villani, Patti (63’Scalisi), Mastronardi, Cordima, Leotta, Compagno, Aleo, Trovato S., Monte (78’Patanè). In panchina: Cardillo, Davi, Vecchio, Nirelli. Allenatore: Mancuso.

Rosolini: Fornoni, Costa, Carbonaro, Monaco, Di Dio, Failla, Riela (85’Cicero P.), Martines, Ricca (74’Pizzo), Implatini, Melluzzo. In panchina: Ruffino, Maltese, Trombatore, Cicero C. Allenatore: Trombatore O.

Marcatore: al 26’Melluzzo.

Arbitro: Antonino Puglisi di Siracusa. Assistenti: Salvatore Totaro e Joseph Russo, entrambi di Messina.

Note: ammoniti: Fornoni (Ros). Calci d’angolo: 3-2 per il Giarre. Spettatori: gara a porte chiuse a causa dei lavori di riqualificazione che stanno interessando lo stadio “Regionale”. Prima dell’inizio della sfida si segnala un minuto di silenzio per commemorare Vincenzo di Grazia, ex calciatore del Giarre e figura sportiva molto conosciuta nella città ionica.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button