fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Un arresto nell’Acese per usura ed estorsione

Foti Mario (1)Acireale-Il Personale del Commissariato P.S. di Acireale ha arrestato Foti Mario (classe 1983) in esecuzione dell’ordinanza emessa dal Tribunale di Catania, giusta richiesta della Procura Distrettuale della Repubblica etnea, per i reati di usura aggravata, estorsione continuata e lesioni ai danni di un imprenditore operante nel territorio acese.

 

L’imprenditore preso di mira, nei giorni scorsi, si era recato presso il Commissariato di Acireale in preda al più assoluto sconforto, denunciando di essere da tempo vittima del Foti, al quale in un tempo pregresso di grave crisi finanziaria, aveva chiesto un prestito per una cifra intorno a 15.000 euro.

Lo stesso imprenditore non era riuscito a rispettare le scadenze pattuite, già di per sé usurarie, per cui il debito aveva già prodotto interessi composti pari al 10% mensile.
Di fronte alle difficoltà crescenti, anche per l’aumento esponenziale del debito, la vittima aveva chiesto clemenza, ma per tutta risposta erano arrivate le minacce, anche sotto forma di avvertimenti, nonché le aggressioni verbali e fisiche; di fronte alla sede dell’impresa era stato trovato nei giorni scorsi persino un gatto morto.

L’imprenditore aveva taciuto, anzi aveva coperto le minacce, fino a quando è entrato appunto in uno stato di esasperazione e, consigliato da un’associazione di categoria, si è rivolto all’ufficio di Pubblica Sicurezza acese, che effettuati i dovuti riscontri ha riferito all’Autorità Giudiziaria,la quale ha emesso, in tempi rapidi, il provvedimento restrittivo eseguito.

Pertanto, il Foti è stato condotto presso la Casa Circondariale “Piazza Lanza” di Catania.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker