fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Resoconto conferenza stampa Umberto Balsamo

Stamane conferenza stampa, presso lo studio dell’avvocato Lipera, del cantautore Umberto Balsamo.

Riceviamo e pubblichiamo:

«Nel 1964 attraverso un esame mi sono iscritto alla SIAE dando mandato a proteggere le mie opere.

A distanza di 50 anni scopro che la SIAE non ha adempiuto all’impegno.

Espongo tutti i dischi non pagati

Milioni di dischi venduti che, per legge, mi avrebbe dovuto liquidare la SIAE.

Ritornando a Natalie edito in USA 1976 ho scoperto uno strano deposito in America: perché strano? Non ho mai ceduto il brano alla WB Music Corp di Santa Monica di Los Angeles.

Questo è un  illecito perché sono io l’autore e non ho mai né autorizzato né saputo e, quindi, mai sono stato pagato, vedi foto Ascap 28 gennaio e 22 febbraio 2016, nelle quali compare solo la Warner BR Corporation (Società Americana).

Poi, dopo avere denunciato la Warner Chappel Italiana, a cui avevo demandato di editare il brano come da bollettino, come per magia nel nuovo documento Ascap 24 giugno 2016 appare la Warner Chappel Italiana. Ecco, all’apparenza secondo loro hanno sistemato le cose.

Di tutto questo la SIAE non sa nulla?

Vi dimostro che la SIAE sapeva e sa permettetemi che al momento non posso svelare, come e perché, in quanto presenterò al giudice la prova della colpevolezza della SIAE.

Brano Italia Sanremo 1988 altro illecito.

In America so che è stato ed è un successo, soprattutto per gli italiani, l’inno italiano in america è “Italia”.

Ebbene il brano non risulta nel mio repertorio personale in Ascap (l’equivalente della SIAE Italiana).

Tuttavia, l’ho trovato nel repertorio di un editore italiano, Abrano Allione Editore.

Tra gli altri editori figura pure la Dino Vitola Editore e la Warner Chappell Music It.

L’editore Abramo Allione, da come risulta adesso, incassa la quota del 33,33% ma non c’è traccia del restante 66,67%.

La comica per eccellenza è questa: dopo avere saputo della mia querela del 17 novembre 2015 contro la SIAE, ho visto dai rendiconti della SIAE (che ho contestato) che per il brano Italia mi hanno versato dal 2015 ad oggi 11 centesimi.

Ripeto di tutto questo la SIAE non ne sa nulla?

C’è di peggio ma al momento non posso dire di più.

Per finire

L’altro ieri – Giorno 11 – abbiamo ricevuto una telefonata dal direttore generale della SIAE dottor Gaetano Blandini.

In poche parole ha cercato ha cercato di sminuire la mia persona e la mia figura artistica, asserendo, non correttamente, che i miei brani  non sono degli evergreen, dimenticando i miei successi.

Per dirne solo uno: Balla è uno dei brani più eseguiti dal dopoguerra ad oggi, per come mi è stato riferito dal vicedirettore, dott.ssa Sabina Riccardelli.

Per chiudere infine ha detto che è di origine siciliana, il padre era di Caltagirone.

Perché ha voluto puntualizzarlo?

Di cosa volesse mettermi al corrente?».

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button