fbpx
GiudiziariaNews

Udienza Mario Ciancio, dall’avvocato dell’ordine parole “pesanti”

“E’ emerso un quadro assolutamente inquietante di quello che è stato il ruolo dell’informazione in questa città e di quelle che sono le iniziative economiche e imprenditoriali che riguardano questa città e le commissioni con la politica. Sono rimasto colpito dal lavoro imponente in questa vicenda processuale”.

Le parole più interessanti arrivano dall’avvocato, che assiste l’ordine dei giornalisti di Sicilia che si è costituito parte civile, Dario Pastore, al termine dell’udienza preliminare del procedimento contro il direttore-editore Mario Ciancio, conclusasi nel tardo pomeriggio di oggi, davanti al Gup Gaetana Bernabò DiStefano. Oggi hanno parlato i Pm Antonino Fanara e Agata Santonocito, che hanno concluso la requisitoria ribadendo la richiesta di rinvio a giudizio dell’imputato, per concorso esterno in associazione mafiosa. La Difesa, con l’avv. Carmelo Peluso, ha ribadito la certezza “dell’insussistenza di elementi” a carico di Ciancio.

Prossima udienza il 27 novembre, parleranno i difensori delle parti civili.

Mostra di più

Marco Benanti

45 anni, ex operaio scaricatore alla base di Sigonella, licenziato in quanto “sgradito” al governo americano per “pensieri non regolari”, ex presunto “biondino” dell’agenzia Ansa, ex giocatore di pallanuoto, ex 87 chili. Soggetto sgradevole, anarchico, ne parlano male in tanti, a cominciare da chi lo ha messo al mondo: un segno che la sua strada è giusta. Ha, fra l’altro, messo la sua firma come direttore di tante testate, spesso solo per contestare una legge fascista di uno Stato postfascista che impone di fatto un censore ad un giornale (e in molti hanno, invece, pensato che lo ha fatto per “mettersi in mostra”). E’ da sempre pubblicista, mai riconosciuta alcuna pratica per professionista, nemmeno quelle vere. Pensa di morire presto, ma di lui – ne è certo- non fregherà niente a nessuno. Nemmeno a lui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button